IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Festival Sant’Agnese, ecco i vincitori

Giacomo Carnicelli con il lavoro “[i]La sposa promessa[/i]” e Stefano Carnicelli con il lavoro “[i]Qualcuno era aquilano[/i]” hanno vinto ex aequo l’Agnesino 2015. Gli elaborati dei due autori, che non sono parenti, erano abbinati, rispettivamente, alla Congrega ‘Ji amici de Zeppetella di Tornimparte‘ e alla ‘Confraternita Aquilana dei Devoti di Sant’Agnese‘ e sono stati rappresentati ieri pomeriggio al Ridotto del Teatro comunale, davanti a 300 persone.

E’ la prima volta che, in dieci edizioni, i premi vengono assegnati ex aequo. Per Giacomo Carnicelli e Ji Amici de Zeppetella si tratta della terza affermazione consecutiva, mentre Stefano Carnicelli si era aggiudicato l’Agnesino 2012 per la Congrega degli Amici di Sant’Agnese di Pianola.

Complessivamente sono stati 11 gli spettacoli ammessi alla finale del concorso d’arte critica della nona edizione di “Il Pianeta Maldicenza”, tutti messi in scena ieri pomeriggio. La durata massima di ogni esibizione era di 4 minuti.

La novità di quest’anno è stata costituita dall’allestimento del primo premio dedicato all’indimenticabile “badessa” Luciana Cucchiella. Sono stati messi in scena i lavori scritti dai giovani studenti di alcune scuole dell’Aquila. Alla fine, ha vinto “[i]La Favoletta di Pincopallinu[/i]”, scritto dagli allievi del Liceo “D. Cotugno”.

Anche quest’anno tale iniziativa, allestita dalla Confraternita dei Devoti di Sant’Agnese e dalle Congreghe agnesine che fanno parte del Comitato Organizzatore, con il patrocinio e il sostegno del Comune dell’Aquila e della Bper (ex Carsipaq), era mirata a promuovere la conoscenza della tradizione della maldicenza aquilana, intesa non come insulto o pettegolezzo, ma come sana e corretta critica costruttiva e leale antagonismo.

A scegliere i lavori vincitori sono state due giurie, una popolare, presieduta da Amedeo Esposito, e l’altra tecnica, composta da rappresentanti delle istituzioni culturali aquilane, coordinata da Walter Capezzali.

L’organizzazione degli spettacoli e la regia sono state curate dalla Compagnia teatrale “Il Gruppo”. Presenti il sindaco dell’Aquila Massimo Cialente, il presidente onorario dell’associazione Confraternita dei Devoti di Sant’Agnese Tommaso Ceddia e l’attuale presidente Angelo De Nicola.

La proclamazione dei vincitori è avvenuta successivamente a piazzetta dei Gesuiti, dove il sindaco Massimo Cialente ha consegnato l’Agnesino e il Labaro del Palio di Sant’Agnese agli autori che si sono aggiudicati il primo posto nelle valutazioni delle giurie e alle confraternite vincitrici, che li terranno sei mesi per ciascuno.

La serata è stata allietata dalla fanfara “Jemo ‘Nnanzi”, diretta dal maestro Massimo De Nardis, da Dante Sorrentino con la sua Jazz Band e con la novità del coro Armonie d’Argento diretto da Gabriella Manilla.

Grandi protagonisti, a piazzetta dei Gesuiti, gli uomini dell’Ana-Gruppo Alpini “M. Iacobucci” dell’Aquila, che hanno preparato il Vin Brulè, e i dolci di Sant’Agnese preparati dal Club Devote di Sant’Agnese, con la treccia di Sant’Agnese preparata, su loro ricetta, dagli studenti dell’Istituto Alberghiero dell’Aquila coordinati dall’insegnante Domenico Di Benedetto. Quest’anno sono stati predisposti dei gazebi grazie alla collaborazione della Pro Loco di Tornimparte.

Per l’evento è stato realizzato un annullo filatelico speciale con una cartolina artistica contenente una foto di Stefano Pettine sulla ricostruzione, il tutto a cura di Dino Durastante.

L’iniziativa di ieri ha concluso “Il Pianeta Maldicenza” di quest’anno, il cui successo è stato decretato dalle oltre 1.500 presenze alle iniziative che si sono succedute da mercoledì scorso fino a ieri e dagli oltre venti lavori per il concorso d’arte critica, tra i quali sono stati selezionati gli 11 finalisti.

ALBO D’ORO DELL’AGNESINO

2015 – Giacomo Carnicelli e Stefano Carnicelli

2014 – Giacomo Carnicelli

2013 – Giacomo Carnicelli

2012 – Stefano Carnicelli

2009 – Pio Di Stefano

2008 – Rossana Crisi Villani

2007 – Franco Narducci

2006 – Pio Di Stefano

2005 – Gianni Sebastiani

2004 – Anonimo

ALBO D’ORO DEL “PALIO DI SANT’AGNESE”

2015 – Gli Amici di Zeppetella di Tornimparte e Confraternita Aquilana dei Devoti di Sant’Agnese.

2014 – Gli Amici di Zeppetella di Tornimparte

2013 – Gli Amici di Zeppetella di Tornimparte

2012 – Gruppo Amici Sant’Agnese Pianola

2009 – Congrega Bar Gran Sasso

I LAVORI IN GARA

CONCORSO GIOVANI PREMIO “LUCIANA CUCCHIELLA” PRIMA EDIZIONE

1. La Favoletta di Pincopallinu (Liceo “D. Cotugno”)

2. La leggenda di Sant’Agnese all’Aquila (I.I.S. “Amedeo d’Aosta”)

2. E sciaqquete la occa! (Istituto Alberghiero “L.Da Vinci- Colecchi”)

AGNESINO 2015- DECIMA EDZIONE e QUINTO PALIO DI SANT’AGNESE

1. La sposa promessa (abbinato a Congrega Ji amici de Zeppetella di Tornimparte)

2. Qualcuno era aquilano (Confraternita Aquilana dei Devoti di Sant’Agnese)

3.’Na riflessio’ (Congrega Sci-muniti)

4. Giulietta e Romeo in gita (Congrega Bar Gran Sasso)

5. A voi frequentatori di sagrestie (Club Devote di Sant’Agnese)

6. Lenguate (Congrega delle Ortiche)

7. Sant’Agnese all’ospizio (Gruppo Amici di Sant’Agnese Pianola)

8. N’annu dopu (Congrega delle Mejo Agnesine)

9. Volemo e non volemo (Confraternita Balla Che Te Passa)

10. Ma sarà lo ero? (Antica e Nobile Accademia di Sant’Agnese)

11. A cavaju ppe’ la porta (Nobile Confraternita della Cantina Jemo ‘nnanzi)

LE GIURIE

GIURIA TECNICA coordinata da Walter Capezzali

Antonio Centi (Istituzione Sinfonica Abruzzese), Anna maria Bonanni (coord generale Società dei concerti “Barattelli”), Goffredo Palmerini (CRAM, Consiglio Regionale Abruzzesi nel Mondo), Rinaldo Tordera (presidente L’Uovo, Marco Mantini (vicepresidente Solisti Aquilani), Flavia Stara (presidente Società Dante Alighieri-L’Aquila), Carlo Di Stanislao (presidente La Lanterna Magica).

GIURIA POPOLARE coordinata da Amedeo Esposito

Volontari Croce Rossa L’Aquila: Simone Cotrufo, Leonardo Del Re, Simonetta Di Giacomo, Letizia Iagnemma, Giovanni Langiu, Dario Mangolini e Maria Mucciante.

X