IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Dieci candeline per la Old Avezzano Rugby

Più informazioni su

I primi gruppi “Old Rugby” nascono in Italia a metà degli anni ottanta, un po’ per sport, un po’ per nostalgia, un po’ per amicizia e forse anche perché, dopo tanti anni passati a giocare con l’angoscia del risultato, ci si può finalmente trovare in campo per divertirsi senza pensare al punteggio.

Nel maggio del 2005 un gruppo di amici che decide di usare il rugby come pretesto per passare alcune ore in compagnia e senza affanni dà inizio alla storia dell’associazione sportiva “Old Avezzano Rugby”. Si acquista la prima muta di maglie che rievoca gli originari colori sociali – nera con una banda bianco verde – e si inizia a partecipare a tornei riservati a questa categoria.

«E’ bene ricordare – spiega la Old Avezzano Rugby in una nota – che qualsiasi partita Old ha una regola fondamentale: non ci devono essere né vinti, né vincitori. Il tutto deve avvenire per puro divertimento, dimenticando ogni pulsione agonistica. Questo sport è peggio di un virus. Ti entra dentro e non riesci più a liberartene. E’ sicuramente una grande scuola di vita che si radica mantenendo giovani nella mente, nel fisico e nello spirito. E anche se ormai i movimenti non sono più veloci e rapidi come una volta, i cuori e le menti rivivono i bei momenti di un tempo, fatti di difficoltà, sacrifici, lotte, ma anche di grandissime soddisfazioni. Non bisogna dimenticare che tutta l’attività è resa possibile grazie alla collaborazione con l’Avezzano Rugby, che mette a disposizione i campi e gli spogliatoi dello stadio di via dei Gladioli».

Continuare con il rugby non è però l’unica finalità dell’associazione, che si distingue anche per iniziative rivolte al sociale. «In quest’ottica – si legge ancora nella nota – è da sottolineare l’ottima collaborazione con l’Unitalsi – sottosezione di Avezzano».

«Un caloroso ringraziamento per il sostegno dimostrato nella scorsa stagione e, speriamo, anche per il 2015 – conclude la Old Avezzano Rugby – va ad Ingroscart dei fratelli Panceri e all’Amplifon di Alessandro Marchionni che credono in questo sport e sono vicini anche economicamente all’associazione».

[url”Torna alla Home Targato Az”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=221[/url]

Più informazioni su

X