IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

D’Alfonso visita il Gran Sasso Science Institute

Il Presidente della Regione, Luciano D’Alfonso, accompagnato dal suo vice, Giovanni Lolli e dal consigliere regionale Pierpaolo Pietrucci, ha fatto visita, questa mattina, alla sede dell Gran Sasso Science Institute dell’Aquila: centro di studi avanzati dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.

Ad accogliere le delegazione regionale, il Direttore dell’istituto di ricerca, Eugenio Coccia, il corpo docente e gli studenti in rappresentqanza degli 80 dottorandi provenienti dalle più prestigiose università italiane e straniere.

Ad accompagnare il Presidente della Regione, anche il neo direttore generale Cristina Gerardis e il capo di Gebinetto, Eugenio Grippo. L’istituto, dopo un corso di studi triennale, rilascia dottorati in Fisica, Matematica, Informatica, Scienze Sociali indispendabili per accedere ai concorsi da ricercatore universitario. Dopo la visita, D’Alfonso ha detto che in questa prestiosa istituzione è scritto il futuro dell’Abruzzo nuovo proiettato nella dimesione europea e internazionale: «la nostra regione, per scommettere sul suo futuro, ha bisogno di investire sulla ricerca, sull’intelligenza, sulla cultura, nonchè sull’analisi approfondita dei dati e delle informazioni».

«E tutto ciò oggi sarà possibile anche grazie a questo centro di ricerca avanzata che ha la capacità di mettere in relazione tra di loro, in un circolo virtuoso, la comunità degli imprenditori, con il mondo della ricerca scientifica e con le istituzioni».

Tra le materie di studio e di ricerca proposte dal GSSI, la Urban Science ha destato l’interesse particolare di D’Alfonso: «una disciplina di studi urbani che connette tra di loro tutte le possibili letture delle questioni della città, concentrandosi sulle traiettorie di sviluppo di lungo periodo dei sistemi urbani, come città, aree metropolitane, regioni metropolitane: sono certo che queste conoscenze concorreranno a far trovare alla città dell’Aquila la linea giusta per la sua ricostruzione».

X