IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Allarme bomba lungo la ferrovia Adriatica

Treni fermi lungo la linea ferroviaria adriatica in Abruzzo in seguito a una telefonata anonima che avrebbe annunciato la presunta presenza di un ordigno nella galleria che attraversa la collina sotto l’abitato della città di Vasto, tra le stazioni di Vasto Punta Penna e Vasto San Salvo.

Agenti della Polizia Ferroviaria si accingono a perlustrare binari e galleria. In passato nello stesso tratto e nello stesso periodo dell’anno vi furono due analoghi allarmi bomba, poi rivelatisi falsi.

L’ufficio stampa delle Ferrovie dello Stato precisa che è sospesa dalle 14.25 la circolazione tra Pescara e Termoli (Campobasso) sulla linea ferroviaria adriatica, sottolineando che «il provvedimento, adottato su indicazione dell’Autorità Giudiziaria, si è reso necessario a seguito di una telefonata anonima che preannunciava la presenza di un ordigno in una galleria tra Vasto San Salvo e Porto di Vasto». «Al momento è in corso l’attività di verifica di sicurezza sull’infrastruttura, svolta dalle autorità competenti. Per assicurare la mobilità regionale, è stato istituito un servizio sostitutivo con autobus tra le stazioni di Fossacesia (Chieti) e Termoli».

Sono 350 i passeggeri del convoglio 612 Taranto-Bologna che aveva la fermata alle 14.26 alla stazione di Vasto-San Salvo ed è stato bloccato per primo dopo l’allarme bomba. Gli agenti del commissariato di Vasto insieme ai colleghi della Polfer stanno effettuando controlli anche nelle carrozze. Intanto la Protezione Civile di Vasto si è attivata per portare viveri e acqua ai passeggeri.

Il sostituto procuratore della Repubblica di Vasto, Giancarlo Ciani, è giunto alla stazione di Vasto-San Salvo per coordinare le operazioni che vedono impegnati agenti del Commissariato di Vasto, Polfer e Carabinieri della locale compagnia. Ciani ha annunciato il prossimo arrivo degli artificieri da Pescara.

«La telefonata anonima è stata raccolta dai Carabinieri della compagnia di Ortona (Chieti) e abbiamo provveduto ad attivare le procedure che vengono adottate in queste situazioni».

Tecnici delle Ferrovie sono già pronti a dare sostegno agli artificieri all’ingresso della galleria nel lato sud dove poco prima si è recato anche il sostituto procuratore.

X