IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

L’Aquila lotta contro la Sclerosi Multipla

Partiranno venerdì 9 gennaio, alle ore 16, presso l’Auditorium del Parco del Castello, una serie di incontri sulla Sclerosi Multipla, presentati stamani in conferenza stampa dal sindaco dell’Aquila Massimo Cialente e dall’organizzatore, il dottor Rocco Totaro, responsabile del Centro per la diagnosi e cura delle malattie demielinizzanti dell’Aquila.

«La sclerosi multipla – ha spiegato Totaro – è una patologia cronica del sistema nervoso centrale la cui causa è ancora sconosciuta. Tuttavia è ipotizzabile un’alterazione immunitaria alla base dei meccanismi che portano alla distruzione della mielina. La malattia colpisce i giovani adulti, con un picco di incidenza tra i 20 e 40 anni, ma non è infrequente in età pediatrica e dopo i 50 anni. Colpisce in modo prevalente le donne con un rapporto di 3:1. La malattia è in costante aumento negli ultimi 20 anni e attualmente ha una prevalenza di circa 150-180 casi/100000 abitanti. Nella provincia dell’Aquila il numero di malati si è triplicato negli ultimi 20 anni, passando da circa 150 a oltre 500. Negli ultimi anni il notevole sviluppo della ricerca ha messo a disposizione del neurologo numerosi approcci terapeutici, facendo sì che il decorso della malattia risulti molto più benigno rispetto al passato. In particolare la possibilità di poter utilizzare anche terapie orali ha notevolmente migliorato anche la qualità di vita dei pazienti».

«Scopo degli incontri – ha concluso Totaro – è quello di aggiornare sulle più recenti acquisizioni in tema di eziopatogenesi, diagnosi e terapia della sclerosi multipla non solo i pazienti ma anche le persone non malate, al fine di dare una corretta informazione sulla malattia e sfatare i luoghi comuni. Infine, gli eventi saranno affiancati dall’esposizione dei quadri dell’artista aquilana Alessandra D’Antonio e arricchiti da performance musicali e letterarie».

«Mi auguro che questi tipi di incontri – ha dichiarato il sindaco Cialente – possano essere istituzionalizzati in sinergia con l’Università e la Asl e allargati anche ad altre forme di sindromi e patologie».

IL PROGRAMMA

{{*ExtraImg_228619_ArtImgCenter_500x690_}}

X