IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Fondazione Carispaq, pubblicato bando contributi 2015

La Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia dell’Aquila ha pubblicato oggi, 30 dicembre 2014, il “[i]Bando per la presentazione delle domande di contributo per l’esercizio 2015[/i]”. I soggetti interessati potranno presentare domanda utilizzando la apposita modulistica scaricabile direttamente dal sito web della Fondazione – www.fondazionecarispaq.it – nella sezione “Attività e progetti”. Le domande dovranno essere inviate in forma cartacea alla Fondazione (Via Salaria Antica Ovest, 8 L’Aquila) improrogabilmente entro il 2 marzo 2015, farà fede il timbro postale.

«La somma messa a disposizione per il 2015 – si legge in una nota diffusa dalla Fondazione – è pari a 750.000 euro, che verrà ripartita nei seguenti settori: Arte, attività e beni culturali, Sviluppo locale, Ricerca scientifica e tecnologica, Volontariato, filantropia e beneficenza, Crescita e Formazione Giovanile».

«La Fondazione Carispaq – dichiara il presidente Marco Fanfani – anche per il 2015 ha voluto destinare significative risorse a sostegno dei progetti di terzi, garantendo così il necessario supporto alle organizzazioni no profit nella provincia dell’Aquila che rappresentano una grande ricchezza per l’intera Comunità, nell’ottica dello sviluppo socio economico del territorio».

«L’importo massimo per ciascuna richiesta riferita ai settori rilevanti – si legge ancora nella nota – è di 16.000 euro; mentre quello per ciascuna richiesta riferita al settore ammesso 8.000 euro; infine non è ammessa la presentazione di più richieste da parte dello stesso soggetto».

{{*ExtraImg_228286_ArtImgCenter_500x197_}}

«Sono ammissibili al contributo – si legge infine nella nota – solo i progetti presentati dalle seguenti categorie: enti privati senza scopo di lucro (a solo titolo indicativo: fondazioni, associazioni riconosciute e non riconosciute, comitati, organizzazioni non lucrative di utilità sociale ONLUS); enti ecclesiastici civilmente riconosciuti; cooperative sociali di cui alla L. 381/1991,enti pubblici; consorzi costituiti per lo svolgimento di funzioni e servizi pubblici a cui aderiscano unicamente enti pubblici; tutti operanti ed aventi sede nella provincia dell’Aquila».

X