IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Protesta disabili, «Vogliamo garanzie da D’Alfonso»

«Non ci muoviamo da qui finché il governatore Luciano D’Alfonso non ci incontra e non ci dà pubblicamente delle garanzie rispetto alle nostre richieste».

Non mollano i disabili del Movimento Vita Indipendente Abruzzo che da tre giorni sono incatenati nella sede della Regione, a Pescara, per chiedere l’adeguato finanziamento della legge 57 sulla Vita indipendente.

Non è bastato l’impegno dell’assessore alle Politiche sociali, Marinella Sclocco, che già lunedì sera aveva consegnato ai manifestanti un documento, e non è bastata neppure la risoluzione approvata ieri dal Consiglio regionale.

«Purtroppo, memori della beffa operata due ani fa dalla passata Giunta, identica nei modi e nelle procedure – dicono i manifestanti – ci vediamo costretti, affinché la risoluzione sia credibile, a richiedere una dichiarazione pubblica di D’Alfonso».

Oltre ai contenuti della risoluzione, il movimento Vita Indipendente chiede l’aggiunta di due punti: «che entro aprile 2015 siano espletate tutte le pratiche burocratiche per la formulazione della graduatoria per l’assegnazione dei progetti e che il fondo abbia un incremento del 20% annuo fino al raggiungimento di una somma adeguata».

Fino a che non avranno ottenuto quanto richiesto i manifestanti continueranno a presidiare la Regione. Per la seconda notte, i rappresentanti del movimento – quattro persone con gravi problemi di disabilità – hanno dormito sulle carrozzelle nella struttura di viale Bovio, assistiti dai volontari della Croce Rossa e della Misericordia.

X