IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Avezzano, l’istituto Majorana aderisce al progetto Eurobotics

Sabato 13 e domenica 14 dicembre, dalle 9 alle 21, l’Istituto di Istruzione Superiore “E.Majorana” di Avezzano sarà presente presso il Centro Commerciale “I Marsi”, con alunni e docenti coordinati dalla professoressa Mariaconcetta Cerasani, per presentare il progetto “I robot a scuola”.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito della terza Settimana Robotica Europea indetta dalla Commissione Europea nel contesto del progetto Eurobotics. Robot e macchine robotizzate sono ormai entrate a far parte del vissuto quotidiano, sono ampiamente presenti nella società, vengono utilizzati con diverse funzioni e lo saranno sempre di più. E’ considerato normale che i robot interagiscano con gli umani in molti campi e settori sia fisicamente, sia mediante le sviluppate capacità cognitive di cui essi saranno dotati.

{{*ExtraImg_226689_ArtImgRight_300x400_}}«Con l’auspicio che una corretta comunicazione scientifica faccia comprendere le reali finalità della robotica, i risultati già raggiunti, i possibili futuri sviluppi e i campi applicativi – si spiega in una nota – è nata la robotica educativa, una metodologia didattica che prevede l’impiego dei robot al fine di coinvolgere studenti di ogni età, dalle scuole dell’infanzia alle scuole superiori, nell’utilizzo delle tecnologie in modo creativo. E’ così possibile generare un ambiente di apprendimento valido, diretto e immediato che, nel facilitare l’acquisizione delle materie curriculari sviluppa, nel contempo, quelle competenze trasversali che i giovani impiegheranno nelle loro professioni».

«L’evento, quindi – si legge ancora nella nota – ha lo scopo di divulgare la cultura della robotica nel territorio, condividendo con i visitatori i traguardi raggiunti dagli studenti del l’I.I.S. “E.Majorana”, che mostrano come è possibile costruire piccoli “automi intelligenti” anche a partire da semplici mattoncini Lego, che da decenni supportano la fantasia e la creatività dei bambini nel gioco. In concreto è la realizzazione di un gioco che il ragazzo programma dialogando con il proprio computer, facendo muovere e agire un robot, esterno al computer stesso, secondo le proprie intenzioni».

[url”Torna alla Home Targato Az”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=221[/url]

X