IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

«Respinto dall’Asilo Occupato»

Più informazioni su

Cronaca di una serata all’Asilo Occupato dell’Aquila. A raccontarla, dopo le polemiche e proteste dei giorni scorsi, è il presidente del Club Forza Silvio “Giuseppe Ungaretti” L’Aquila Roberto Jr Silveri.

«Dopo il tentativo del presidente di partecipare all’evento organizzato da “Asilo occupato”, lo stesso segnalato precedentemente alle istituzioni e alle forze dell’ordine, al solo scopo di chiarire il tipo di attività svolte all’interno della struttura, riteniamo estremamente importante riportare all’attenzione pubblica quanto riscontrato», si legge in una nota del club.

{{*ExtraImg_226597_ArtImgRight_300x533_}}«Giunto nei pressi della struttura – racconta Silveri – era presente un ragazzo a svolgere la funzione di “palo”, a sorvegliare il transito di qualsiasi auto o persona. All’ingresso un altro ragazzo con un banchetto, che era preposto a incassare la quota di ingresso pari a 5,00 euro, alla quale chiaramente non seguiva nessuno scontrino o ricevuta. Dopo pochi istanti si sono radunati i pochi già presenti, circa 20 persone, con i quali ho tentato di aprire un civile confronto tra le parti, chiedendo di poter visionare la struttura».

«All’inizio – spiega Silveri – con alcuni dei ragazzi si è riusciti a instaurare un pacifico dialogo, ma dopo qualche minuto è intervenuta una fazione “estremista”, che ha iniziato con la classica serie di insulti, opponendosi “duramente” al mio ingresso. Capo di questa fazione, si faceva avanti un ragazzo che non ha fatto il suo nome, proseguendo con tesi fuori da ogni logica di civiltà di diritto e dopo circa 25 minuti sono stato “invitato” ad uscire».

«Questa scelta – commenta Silveri – testimonia ancora una volta il fatto che ci sia qualcosa di importante da nascondere ad un personaggio scomodo. Tale realtà riscontrata di persona non è socializzazione, ma illegalità consentita, che alimenta a sua volta emarginazione e degrado nella nostra città».

Più informazioni su

X