IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Arte in città: ‘La Venere, la Mela, il Terzo Paradiso, L’Aquila’

Continua il rapporto tra Michelangelo Pistoletto e L’Aquila, avviato con la IV edizione di RE_PLACE, la città si illumina di “nuovo” che ha visto protagonista l’artista biellese nella grande performance Il Terzo Paradiso – l’ACquila presso l’Auditorium del Parco il 10 aprile 2014, organizzata da AMA Associazione Amici dei Musei d’Abruzzo e la rivista MU6, in collaborazione con Cittadellarte – Fondazione Pistoletto, RAM radioartemobile, Artivazione e Università degli Studi dell’Aquila, il contributo di Fondazione Carispaq, BPER Banca popolare dell’Emilia Romagna, Accademia Belle Arti L’Aquila, ANCE L’Aquila e il patrocinio del Comune dell’Aquila.

Dopo la performance, alla quale hanno partecipato centinaia di aquilani di tutte le età, l’Università degli Studi dell’Aquila ha chiesto di assumere il messaggio di rinascita proprio del Terzo Paradiso e ha basato tutta la sua campagna di comunicazione per l’Anno Accademico 2014-2015 sul simbolo e le immagini della performance Il Terzo Paradiso – l’ACquila.

Questa volta Michelangelo Pistoletto incontrerà gli studenti dell’Istituto Statale di Istruzione Superiore “Andrea Bafile” (Liceo Scientifico e Liceo Artistico) mercoledì 10 dicembre 2014 alle ore 11.30 presso l’aula magna dell’Istituto.

Subito dopo, negli spazi della scuola che accolgono la Collezione Permanente di Arte Contemporanea, verranno installate una rappresentazione di un’icona dell’Arte Povera, la Venere degli stracci di Michelangelo Pistoletto, il Maestro ha messo a disposizione la raffigurazione della Venere Callipigia in scala gigante, e la Mela del Terzo Paradiso, un’opera in fil di ferro e rete metallica dedicata alla Mela reintegrata di Michelangelo Pistoletto.

Gli studenti dell’Istituto collaboreranno all’installazione della Mela del Terzo Paradiso in una performance socialmente responsabile.

Le installazioni non saranno realizzate nella loro interezza volutamente: l’incompiutezza richiama la necessità che fiorisca una volontà congiunta e condivisa nella società, per il raggiungimento di una piena responsabilità personale e collettiva.

Attraverso il gesto, non solo simbolico, di completare la Venere degli stracci e la Mela del Terzo Paradiso con il dono di propri indumenti e di lattine in alluminio, gli studenti condurranno l’artificio, cioè la scienza, la tecnologia, l’arte, la cultura e la politica a restituire vita alla Terra e, nello specifico, a L’Aquila, attraverso l’impegno a rifondarsi su comuni principi e comportamenti etici e responsabili.

Cos’è il Terzo Paradiso? Simbolicamente è una riconfigurazione del segno matematico dell’infinito. Con il “Nuovo Segno d’Infinito” si disegnano tre cerchi: i due cerchi opposti significano natura e artificio, quello centrale è la congiunzione dei due e rappresenta il grembo generativo del Terzo Paradiso. La Mela reintegrata rappresenta l’obiettivo del Terzo Paradiso, la ricongiunzione tra la sfera artificiale e la sfera naturale, quest’ultima morsa e aggredita dall’uomo in secoli di sfruttamento sconsiderato.

La Venere degli stracci rimarrà esposta presso l’Istituto fino al 31 gennaio 2015, la Mela del Terzo Paradiso entrerà a far parte della Collezione permanente della scuola. In questo modo tutti i cittadini aquilani (e non) potranno entrare nell’atrio dell’Istituto – in orario scolastico – e visitare le due installazioni.

In un momento in cui in città c’è una carenza preoccupante di istituzioni museali e luoghi espositivi per l’arte, l’Associazione Amici dei Musei d’Abruzzo e MU6 sono particolarmente grati all’Istituto Statale di Istruzione Superiore “Andrea Bafile”, al suo Dirigente Scolastico Sabina Adacher, per aver accolto la proposta di ospitare la giornata del 10 dicembre e le due installazioni temporanee di Michelangelo Pistoletto.

La Venere, la Mela, il Terzo Paradiso, L’Aquila è resa possibile grazie al prezioso impegno di Alessandro Lacisarella (Cittadellarte – Fondazione Pistoletto), Francesco Saverio Teruzzi (Artivazione), Germana Galli e Antonella Muzi (Associazione Amici dei Musei d’Abruzzo e MU6), Licia Galizia (Istituto Statale di Istruzione Superiore “Andrea Bafile”), Donatella Giagnacovo (Liceo Artistico “Fulvio Muzi”) e Debora De Flaviis.

Al termine dell’incontro Michelangelo Pistoletto ha inciso su una pianella, preparata dalla docente del Liceo Artistico Lucia Amiano, il simbolo di Terzo Paradiso augurando così ancora una volta la rinascita della città.

X