IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Avezzano contro l’Obesità, colazione sana al Castello Orsini

Colazione al Castello per 250 allievi delle elementari – con frutta carote, pane, olio e miele – assortita dalla Asl 1, in chiave didattica, nell’ottica anti-obesità.

Quasi 300 magliette (contando anche genitori, medici e insegnanti, più che mai entusiasti dell’iniziativa), indossate per l’occasione dai bimbi delle terze classi elementari di alcune scuole, hanno composto stamane una cornice gioiosa di colori e disegni: una baby- kermesse alimentar-sanitaria promossa dalla Asl per educare a un’alimentazione anti-obesità.

Castello Orsini gremito, ieri mattina, ad Avezzano, colmo del vivace vociare degli scolari, col ‘sottopancia’ del podio trasformato in una bacheca che celebrava la creatività degli allievi di 4 scuole elementari: deliziosi ‘schizzi’ su carta, versi in rima e poster realizzati durante l’anno scolastico 2013-2014, sulle insidie di obesità e sovrappeso.

E’ stato un successo l’evento clou con cui si è chiuso il progetto del servizio Igiene, alimenti e nutrizione della Asl, curato dalla dottoressa Maddalena Scipioni e sostenuto al meglio dalla Direzione sanitaria aziendale, rappresentata dalla dr.ssa Teresa Colizza.

Un’educazione alimentare divulgata dalla Asl tra i ‘virgulti’ della scuola (terze elementari di Avezzano, Ortucchio, Pescina e Cerchio), per fare in modo che il ‘seme’ della corretta alimentazione, necessaria per sconfiggere l’obesità e il sovrappeso, attecchisca al meglio già nei primi anni di vita.

Una mobilitazione più che giustificata, quella della Asl, visto che la Marsica, in termini di sovrappeso, è al di sopra di 4 punti in percentuale rispetto alla media nazionale: 26% contro il 22 italiano. A tavola i bambini marsicani mangiano male – poca frutta e verdura, colazione spesso saltata e movimento insufficiente – con le mamme, ignare dell’errore e bisognose di essere istruite. Conciliare l’importanza del tema con la ‘leggerezza’ della dimensione scolare (8-11 anni): connubio pienamente riuscito a giudicare dal bagno di folla registrato al Castello Orsini.

I bambini si sono avvicendati sul palco del maniero per recitare scritti, poesie, filastrocche, ispirati al tema di un corretto rapporto tra cibo e salute. Con un pizzico di emozione in alcuni casi e una sana sfrontatezza in altri, i piccoli si sono esibiti sul palco davanti alla nutrita platea, dimostrando di avere capito ,con i genitori, come alimentarsi senza danneggiare la salute. I 25 insegnanti delle elementari, dopo essere stati preventivamente ‘istruiti’ dalla Asl sui criteri-base a cui i piccoli, tramite i genitori, devono attenersi a tavola durante l’anno scolastico hanno a loro volta inculcato i principi ai bambini, naturalmente con una didattica adatta all’età. Sono state coinvolte anche alcune ditte per puntare sul consumo di prodotti genuini autoctoni.

[url”Torna alla Home Targatoaz.it”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=221[/url]

X