IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

CTGS, ancora stipendi fantasma

«Non vi sono elementi di concretezza sul pagamento degli stipendi che possano consentire di chiudere positivamente il tentativo di conciliazione».

Con queste parole si è concluso con un mancato accordo, l’incontro tenuto martedì 18 novembre scorso presso la Prefettura dell’Aquila, fissato a seguito dell’apertura da parte di CGIL, UIL ed UGL dello Stato di Agitazione nel Centro Turistico del Gran Sasso.

La scarna ed asciutta frase per dire che non vi sono somme disponibili nelle casse dell’azienda utili al pagamento della mensilità di ottobre e con novembre che volge al termine. Una condizione che le organizzazioni sindacali hanno censurato pesantemente, ritenendo il comportamento dei vertici aziendali «irresponsabile considerato che, tra le varie scadenze cui far fronte, evidentemente non è stato ritenuto necessario ricomprendere il pagamento degli stipendi», così si legge in una nota.

«Tale scellerata determinazione – dicono i sindacati – pone le basi per il sicuro fallimento della partenza e dell’intera stagione invernale, che ovviamente non può prescindere dal pagamento degli stipendi di chi nell’azienda lavora e che, ha diritto, al pari di chi sul Gran Sasso si reca per piacere, di passare un Natale sereno».

«Va reso giustizia a chi in queste ore senza retribuzione ne speranza di averne ha lavorato ad oltranza a supporto dei soccorritori dei due alpini dispersi. Un episodio come tanti se ne affrontano senza che mai si menzioni l’operato del personale a cui invece troppo spesso il Sindaco Cialente si rivolge con l’ aggettivo di “sabotatori” dimenticando poi di formulare precise contestazioni o denunce. Non si risolvono i problemi dell’azienda attaccando i propri Dipendenti, e pensare di avviare la Stagione invernale senza aver provveduto a pagare gli stipendi significa sbagliare pensiero.

Troppo distacco e troppa superficialità avvertiamo da parte di chi dovrebbe adoperarsi a risolvere il problema o in alternativa farsi da parte. Con i lavoratori come sempre valuteremo le azioni da mettere in campo affinché chi deve ci ascolti», questa la conclusione.

X