IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Armi e refurtiva in casa, aquilano nei guai

I carabinieri della Compagnia dell’ Aquila al comando del capitano Marcello D’Alesio, hanno denunciato un 35enne residente a Cagnano Amiterno per furto aggravato e detenzione illegale di armi e munizioni.

In particolare, i militari della Stazione di Cagnano Amiterno, guidati dal maresciallo Giancarlo Fiore, a seguito degli ultimi furti che si sono registrati nel territorio, hanno rivolto la loro attenzione verso il 35enne, tra l’altro già noto alle forze dell’ordine per reati specifici e che nell’ultimo periodo aveva un atteggiamento molto strano.

Dopo una serie di servizi di osservazione, nella mattinata i militari hanno deciso di intervenire ed eseguire nell’abitazione dell’uomo un’accurata perquisizione tesa a rinvenire eventuale refurtiva, frutto di possibili furti perpetrati dallo stesso. Nel corso della perquisizione, i carabinieri hanno rinvenuto una pistola giocattolo priva di tappo rosso, una cartuccia da carabina, 10 coltelli a serramanico di svariate lunghezze, diverso materiale da lavoro edile ed una tanica in plastica contenente benzina, che sono stati sottoposti a sequestro.

Infatti, il materiale rinvenuto è risultato oggetto di due distinti furti perpetrati in danno di cittadini del posto che hanno riconosciuto la refurtiva. Ora il 35enne dovrà rispondere di furto aggravato e detenzione illegale di armi e munizioni anche se sono in corso ulteriori verifiche tese ad accertare se la pistola priva di tappo rosso possa essere stata utilizzata nella commissione di eventuali rapine.

X