IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Il ricordo di Nassiriya, 11 anni dopo

di Roberta Galeotti

Oggi ricorre la Giornata del Ricordo dedicata ai caduti, militari e civili, nelle missioni internazionali per la pace e l’undicesimo anniversario della strage di Nassiriya.
L’Italia non può dimenticare l’impegno di tutti coloro, militari e civili, che in tante zone difficili e tormentate del pianeta s’impegnano quotidianamente per la costruzione di una società migliore, in difesa dei diritti umani e della dignità della persona.

Undici anni dopo il vile attacco terroristico di Nassiriya in cui persero la vita 28 persone, ricordiamo i 19 italiani caduti: due civili, 12 carabinieri e 5 militari dell’Esercito, oltre ai 9 iracheni, che in quel terribile giorno caddero mentre svolgevano il proprio lavoro al servizio della pace: il loro impegno in una terra dilaniata dai conflitti rappresenta ancora oggi per tutti noi e per tutti coloro che credono nel valore della pace e della fratellanza tra i popoli il simbolo e la testimonianza delle più alte virtù morali.

Due autori aquilani, il poeta Augusto Barsotti e il musicista Camillo Berardi hanno voluto dedicare un commovente componimento alle giovani vittime di questo assurdo attentato:

ORRORE A NASSIRIYA- Funere mersit acerbo

«Il vile attentato di Nassiriya è sempre vivo nel ricordo

di tutti noi – dichiara il musicista aquilano Camillo Berardi – e questa composizione è un’espressione di affetto e di cordoglio rivolta a quegli uomini nobili e coraggiosi che hanno perso la loro vita per adempiere a missioni di pace».

[url”Torna alla Home Targatoaz.it”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=221[/url]

X