IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Amiternum, nasce guida al parco archeologico

Si chiama “Amiternum” ed è una nuova e prestigiosa guida al Parco archeologico dell’antica città romana di Amiternum, che sarà presentata domani, 13 novembre, alle ore 17, all’Aquila, presso l’Auditorium “E. Sericchi” (ex Carispaq).

Realizzata dal Centro Studi Sallustiani grazie al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia dell’Aquila, questa pubblicazione è la prima di una collana di guide archeologiche riguardanti il territorio dell’Abruzzo aquilano, che nasce con lo scopo di «avvicinare alla bellezza dei siti, ai percorsi delle vie e dei sentieri della nostra civiltà, un pubblico spesso ignaro dell’importanza del nostro patrimonio archeologico».

La finalità culturale prevalente, come si spiega in una nota, «è quella di promuovere la conoscenza del patrimonio archeologico attraverso una modalità didattica fatta di aneddoti, curiosità, indicazioni e riferimenti a dettagli che normalmente sfuggono, perché non si hanno tutti gli elementi per leggere tra le pietre e ricavarne i dati utili per ricostruire le tappe della storia antica».

«Molto di quello che compone anche questa guida – si legge ancora nella nota – si avvale delle notizie che i più recenti rinvenimenti hanno messo a disposizione, in alcuni casi rivoluzionando anche teorie, piani e programmi precedenti. La guida Amiternum, curata da Rosanna Tuteri e da Giulio Pacifico, raccogliendo in sintesi i dati archeologici e storici finora conosciuti e accennando alle ultime scoperte ancora in fase di studio, vuole essere un piccolo ed agevole strumento di comprensione dell’antica realtà amiternina, il cui racconto è articolato sul filo conduttore della viabilità antica. Di alcune strade, ancora oggi in parte percorse, si rintracciano gli antecedenti già nell’epoca protostorica ed arcaica: al sistema viario definito in epoca classica si ancorano sia la struttura urbana di Amiternum, sia la disposizione dei vici, come nel caso esemplificativo di Foruli; anche l’organizzazione agraria con le villae e le attività commerciali di lungo raggio traggono la propria sistematicità di impostazione dalla fitta rete viaria locale innestata alle lunghe percorrenze. Dal reticolo delle strade è possibile risalire ad una “rete delle città antiche” in Abruzzo, vera matrice di storie e di civiltà in un territorio tradizionalmente definito marginale nel contesto di un’Italia in evoluzione, ma che si scopre ad ogni indagine inedito e ricco nel suo apporto di dati scientifici e di reperti straordinari; gli abitati italici e le città romane costituiscono l’antefatto e le radici di un sistema insediamentale, suscettibile di ricerca, tutela e valorizzazione, che ancora oggi vive intorno a noi e sotto i nostri passi».

Alla presentazione della guida su Amiternum interverranno, oltre al presidente del Centro Studi Sallustiani Elio Lo Cascio, il sindaco dell’Aquila Massimo Cialente, il presidente della Fondazione Carispaq Marco Fanfani, i curatori della Guida Rosanna Tuteri e Giulio Pacifico, i docenti di storia moderna presso le Università di Milano e Pisa: Simonetta Segenni e Cesare Letta.

X