IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Comune L’Aquila, salta seduta Quinta Commissione

«Siamo fermamente contrari ad un uso politico della Commissione consiliare “Controllo e Garanzia”. Non si può strumentalizzare un organismo così importante per fare opposizione, cercando in questo modo di compensare l’incapacità di produrre atti e argomentazioni concrete.

Per questa ragione abbiamo fatto saltare la convocazione odierna della Commissione, dopo che il presidente Daniele era stato costretto a convocarla su richiesta pressante di alcuni gruppi consiliari di centro destra, senza, tuttavia, che vi fossero atti amministrativi o documenti sui quali i consiglieri potessero compiere i necessari approfondimenti e, soprattutto, con una inaccettabile genericità dell’unico argomento posto all’ordine del giorno». A sottolinearlo, attraverso una nota, sono i consiglieri comunali Tonino De Paolis (Pd), Antonio Nardantonio (Socialisti Riformisti), Salvatore Placidi (Cattolici Democratici), Giuliano Di Nicola (Idv), Ermanno Giorgi (Centro Democratico), Pierluigi Mancini (Api), Giustino Masciocco (Sel), Enrico Perilli (Prc).

«Riteniamo infatti del tutto inutile, in questa fase e con gli elementi in nostro possesso, parlare di isolatori sismici – argomentano i consiglieri – Una vicenda, ricordiamo, per la quale c’è stato un pronunciamento del Tribunale e sulla quale è ancora in corso un procedimento giudiziario, con il Comune dell’Aquila, peraltro, che si è costituito parte civile e ha fatto ricorso contro il mancato riconoscimento del risarcimento provvisionale.

Portare questo argomento in quinta Commissione, pertanto, non avrebbe prodotto nessun atto o acquisizione nell’interesse dei cittadini, a fronte, comunque, dei costi sostenuti dalla collettività per la riunione».

«Ribadiamo – aggiungono i consiglieri – Non si può fare politica, conducendo addirittura battaglie personali e tutte interne ad un determinato schieramento, strumentalizzando la quinta Commissione, della quale difenderemo le prerogative e l’autonomia, impedendo operazioni di immagine volte a coprire la mancanza di contenuti e di argomenti di alcuni gruppi consiliari.

Lo faremo anche a costo di dover far saltare nuovamente le sedute e chiederemo una scrupolosa applicazione del Regolamento Comunale in materia».

X