Maltempo, il peggio deve ancora venire

La nuova perturbazione atlantica, per cui era stato emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse ieri, determinerà nelle prossime ore un flusso di correnti umide e instabili verso le regioni centro-settentrionali, con fenomeni marcati su Lombardia, Toscana, Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Lo comunica la Protezione Civile informando che «è stata valutata per domani criticità rossa per rischio idrogeologico sul Levante ligure e in Toscana, sul bacino del Magra, Versilia e isole».

La Protezione Civile, d'intesa con le Regioni coinvolte, ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse, che integra ed estende quello diffuso ieri. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche. In particolare, l'avviso prevede dalla tarda serata di oggi, precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Lombardia, Toscana, Veneto e Friuli Venezia Giulia, oltre che su Liguria, Piemonte, Emilia Romagna e Sardegna già ricomprese nell'avviso meteo di ieri.

«I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento», si legge ancora nella nota della Protezione Civile.

Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per domani criticità rossa per rischio idrogeologico sul Levante ligure e in Toscana, sul bacino del Magra, la Versilia e le isole dell'arcipelago toscano. La criticità valutata è arancione per rischio idrogeologico sui restanti settori liguri, sul basso Piemonte, su gran parte della Lombardia e su alcuni settori appenninici emiliani, e per rischio idraulico diffuso sui settori di pianura del Friuli Venezia Giulia e sulla pianura lombarda occidentale.

La criticità sarà gialla per rischio idraulico e idrogeologico su tutto il territorio del Veneto, della Provincia Autonoma di Trento, su buona parte dell'Emilia e sul Piemonte nord-orientale.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});