IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

C.a.s.e. e Map, novità per il cambio alloggio

«Una svolta nelle modalità di richiesta per il cambio di alloggio Case o Map». Con queste parole l’assessore all’Assistenza alla Popolazione Fabio Pelini definisce la deliberazione, assunta dall’esecutivo dietro sua proposta, con la quale si definiscono i nuovi criteri per il cambiamento dell’abitazione assegnata.

«Dal 1 dicembre – ha spiegato Pelini – saranno riaperti i termini per la presentazione delle relative domande, termini che erano stati chiusi lo scorso 9 giugno. Un’altra importante novità è che, da ora in avanti, vi saranno quattro finestre annuali nelle quali sarà possibile inoltrare le istanze per il cambio di alloggio. In particolare i termini saranno riaperti dal 1 al 31 marzo, dal 1 al 30 giugno, dal 1 al 30 settembre e dal 1 al 31 dicembre».

«Ricordo – ha proseguito l’assessore – che avranno la possibilità di fare richiesta solo coloro che sono assegnatari dell’alloggio da almeno un anno di tempo e che risultino in regola con il pagamento di canoni e utenze. La delibera stabilisce, inoltre, una serie di criteri ai quali è legata l’assegnazione del punteggio, quali ad esempio le motivazioni legate a problemi di salute, l’inadeguatezza dell’alloggio in relazione al numero degli assegnatari, soprattutto se legata a nuove nascite o gravidanze, o ancora necessità di avvicinamento a scuole o ad altri nuclei parentali. All’apertura di ogni nuova finestra si chiuderà la graduatoria di quella precedente, fatto salvo il diritto a ripresentare istanza. Attualmente, in attesa della riapertura dei termini il 1 dicembre, si completerà l’esame di tutte le domande presentate entro il 9 giugno».

La delibera – ha concluso l’assessore – va nella direzione, tracciata da tempo, di razionalizzare e riorganizzare il servizio di assistenza alla popolazione, rendendolo sempre più mirato alle nuove esigenze dei cittadini e adeguato alle necessità delle famiglie».

X