IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

«Piccone lascia una città in agonia»

In un clima da resa dei conti, in Consiglio comunale si è consumata la caduta del Sindaco Piccone.

«Il bilancio di previsione 2014 è stato sonoramente bocciato come da noi preannunciato: la Giunta Piccone va a casa e la settimana prossima arriva il Commissario prefettizio», così si esprimono in una nota i i Consiglieri del PD di Celano Antonello Di Stefano, Carlo Cantelmi, Aniceto Ciaccia, Calvino Cotturone, Nazareno Tiberi, Daniele Bombacino a seguito della «caduta del re».

«Piccone ancora una volta, – dicono i consiglieri – dopo le dimissioni del 2008, lascia una città in agonia, piena di debiti, peggiorata sotto ogni punto di vista.

In quasi cinque anni di promesse nulla è stato fatto. Celano è una città più povera, più degradata, meno sicura. Un bilancio disastroso che è sotto gli occhi di tutti».

«Nell’ultima seduta del Consiglio Piccone in modo patetico ha cercato fino all’ultimo di restare aggrappato disperatamente alla poltrona, continuando con la solita arroganza a non riconoscere ciò che per tutti era palese: il disfacimento della sua maggioranza. Tutto da imputare a precise e chiare responsabilità del Sindaco.

Con coraggio e determinazione tre consiglieri di maggioranza, che da tempo contestavano le scelte di Piccone, a testa alta, nella sede istituzionale e davanti ai cittadini, hanno chiarito le motivazioni della loro scelta e hanno votato insieme all’opposizione la sfiducia al Sindaco. Un Sindaco che ostinatamente sta tentando di passare per vittima e che invece è stato il vero artefice del degrado della nostra città».

«La realtà è che da oggi si volta pagina. Celano si è finalmente liberata di un pesante fardello che faceva la fortuna di pochi a scapito dell’intera città.

Noi del Partito Democratico da subito inizieremo a lavorare per dare a Celano una nuova classe dirigente, seria, competente, che abbia a cuore gli interessi di tutti e non di pochi.

Per questo siamo aperti e pronti a condividere questo nuovo percorso con chiunque avrà voglia di risollevare le sorti e dare un futuro migliore alla nostra Celano», così concludono i consiglieri.

[url”Torna alla Home Targato Az”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=221[/url]

X