IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

L’Aquila Calcio, Zavettieri: «Nuove soluzioni»

Più informazioni su

di Claudia Giannone

L’ultimo incontro dei rossoblù non è certo una bella pagina di calcio, ma ormai sembra essere già storia vecchia: il 4 a 1 subìto contro il Pisa ed estremamente viziato dalle decisioni di una terna non troppo convincente ha lasciato qualche impronta sul capoluogo abruzzese, ma per mister Zavettieri è arrivato il momento di mettere il punto e di iniziare un altro capitolo, intitolato “S.PA.L.“.

Il team di Ferrara, dall’elevato passato e dal presente ricco di sogni e ambizioni, ospiterà i rossoblù domani alle ore 16, per l’undicesima giornata del girone B di Lega Pro.

«È importante continuare a lavorare con lo spirito giusto – ha affermato il mister aquilano nella conferenza stampa pre gara – senza perdere l’entusiasmo e continuando ad avere autostima. È stata una settimana in più per conoscerci, i ragazzi hanno lavorato bene. Forse questa partita è più vicina a quella contro il Pisa che a quella contro la Reggiana. Ma a prescindere dal valore dell’avversario, voglio che i ragazzi diano la propria impronta».

«Ho optato anche per trovare nuove soluzioni. È una squadra – ha aggiunto – che ha nelle gambe e nella testa più sistemi di gioco, vedremo quale sarà il più giusto per domani. Sicuramente giocherò ancora con tre attaccanti, domani deciderò se utilizzare la difesa a tre o a quattro. Abbiamo la possibilità di posizionare un giocatore dietro la prima punta. Mancini fino a questo momento ha giocato un po’ a corrente alternata, ma sa quello che deve dare alla squadra».

Una formazione, quindi, probabilmente rivalutata: il tridente offensivo sembra essere la certezza sul campo di domani, con un Mancini ripreso in considerazione nel suo vero ruolo. Ma in questo modo, qualche giocatore resterà tagliato fuori dalla formazione di partenza. «Per me non conta mettere un giocatore più o meno importante in panchina. Il giocatore più importante deve essere L’Aquila Calcio. Senza dubbio l’ossatura della squadra ci sarà tutta. Pacini? Deve ancora mettersi al passo, ma nelle prossime settimane troverà senza dubbio posto in squadra. Domani dovremo essere molto attenti a fare tesoro dell’esperienza con il Pisa».

L’elemento in più che potrebbe dare una spinta alla squadra ospite? Senza dubbio il campo. Come Zavettieri aveva avuto modo di dire subito dopo il match di sabato contro il Pisa, tra le mura del “Fattori” la squadra sembra essere più tesa e contratta, mentre al di fuori riesce ad essere più libera.

«Secondo i dati, in trasferta siamo molto più sicuri. Credo sia una questione di tempo. Domani sarà una partita decisa dagli episodi – ha affermato il tecnico – ma voglio partire forte dal primo momento. Andremo in campo per giocarcela a viso aperto, per rubare pallone su pallone. Abbiamo lavorato a 360 gradi, a livello mentale e fisico, per far sì che i momenti critici siano gestiti in modo migliore contro squadre così importanti».

Infine, a un mese dall’inizio del suo lavoro in rossoblù, il mister tira le somme per un parziale bilancio su cosa è stato fatto. «Dopo un mese, si inizia a vedere qualcosa di quello che voglio. Conosco meglio tanti giocatori, anche quelli che all’inizio avevo coinvolto di meno. Ho le idee più chiare su tutti i ragazzi e sugli indirizzi di lavoro che dobbiamo avere. Questa è la prima settimana in cui abbiamo lavorato con quello che voglio io. Domani vedremo la risposta che ci darà il campo».

Più informazioni su

X