Quantcast

Contratti di solidarietà ritardatari, LFoundry tende una mano

In attesa che il Ministero del Lavoro emani il decreto di approvazione del secondo anno di contratto di solidarietà, con conseguente sblocco dei fondi INPS, LFoundry ha deciso in data 20 ottobre di continuare ad anticipare tali somme per il pagamento degli stipendi dei dipendenti anche per il mese corrente.

L’azienda sta facendo tutto il possibile per limitare i disagi ai dipendenti e questo sarà il secondo mese di anticipo di cassa, pari a un totale superiore al milione di euro. «Si tratta di somme di denaro che neanche troppo lentamente stanno diventando pesanti per un’azienda in regime di ammortizzatore sociale e che al fine di rimanere sul mercato deve investire invece in tecnologia e ridurre al minimo i costi in un mercato molto competitivo. Nonostante ciò sappiamo di avere una forte responsabilità sociale nei confronti dei nostri dipendenti e delle loro famiglie», così si legge in una nota divulgata.

«In questo quadro riteniamo doveroso ringraziare il sindacato che si mostra molto attento a queste problematiche e l’amministrazione regionale che, per tramite dell’Assessore Lolli, si sta impegnando per risolvere la situazione in atto».

«Pur ringraziando - conclude la nota - per l’interessamento gli altri attori istituzionali, come la senatrice Pezzopane che in questi giorni ci ha sollecitato sulla stampa a prendere una decisione che, a sua insaputa, era in realtà già presa, ci permettiamo di consigliare di tener confinata la discussione agli attori preposti nei tavoli opportuni, dove siamo convinti che tutti stanno cercando di fare il proprio meglio, con i limiti in cui si trovano ad operare».

[url"Torna alla Home Targato Az"]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=221[/url]