Popoli, Collepietro e San Benedetto in Perillis puntano a fusione

I comuni di Popoli (Pescara), Collepietro (L'Aquila) e San Benedetto in Perilis (L'Aquila) puntano alla fusione e chiedono che si verifichi la possibilità di realizzare questo progetto.

Se ne è parlato nel corso di un incontro tra le tre amministrazioni, che intendono creare «un soggetto amministrativo nuovo che consenta di gestire nuove e più proficue risorse per le comunità». C'erano Concezio Galli, sindaco di Popoli; Giovanni Diamante, assessore dello stesso Comune; Massimo Tomassetti, sindaco di Collepietro; Mauro Colangeli, vice sindaco di Collepietro e Antonio Scarcia, vice sindaco di San Benedetto in Perilis, i quali sollecitano alla Regione Abruzzo di favorire questo percorso anche con un provvedimento legislativo.

«Le opportunità che questa operazione darebbe alle tre comunità sarebbero molteplici - scrivono in una nota - e, al di là delle provvidenze economiche pur cospicue che verrebbero attivate, si tratterebbe di un nuovo Comune che, sull'asse delle svolte di Popoli, gestirebbe un territorio di circa 65 chilometri quadrati e vedrebbe al suo interno la presenza in contemporanea di tre parchi nazionali, due riserve regionali e, dunque, la possibilità di giocare nella sua pienezza la carta turistico-ambientale-storica». I benefici, poi, ci sarebbero anche sul piano dei servizi gestiti in comune.

Gli abitanti sono 5.305 a Popoli, 239 a Collepietro e 125 a San Benedetto in Perillis.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});