Quantcast

Di Pangrazio fra i sindaci d’Abruzzo: autonomie e catene

«Il Comune è il primo anello di congiunzione tra cittadino e pubblica amministrazione, tassello essenziale della struttura istituzionale dello Stato. Oggi, purtroppo, questi enti sono i più penalizzati nelle manovre finanziarie del Governo centrale e pertanto vanno sostenuti».

Lo ha detto il Presidente del Consiglio regionale, Giuseppe Di Pangrazio, che oggi ha aperto i lavori della direzione dell’Anci regionale, presieduta dal Sindaco di Vasto Luciano Lapenna e dei sindaci abruzzesi che si sono riuniti all’Emiciclo.

«Tra le mie prerogative – ha proseguito Di Pangrazio – c’è quello di rendere attuale il principio di sussidiarietà, cioè promuovere iniziative legislative che vedono protagonisti i territori e le comunità locali. Sono sicuro che i Comuni sapranno essere capaci di costruire forme innovative che coniughino le esigenze della finanza pubblica ed i principi essenziali di garanzia del welfare e dei servizi. A tal proposito – aggiunge Di Pangrazio – chiederò un incontro all’Assessore regionale al bilancio, Silvio Paolucci, per affrontare il tema dei patti regionali, cioè la possibilità di concedere “spazi finanziari” al patto di stabilità che bloccano le risorse dei Comuni».

Il Presidente Di Pangrazio ha fatto gli auguri ai sindaci presenti.