Quantcast

La giungla di Porta Barete

di Marcello Spimpolo e Roberta Galeotti

Non servono parole per commentare lo scempio e l'abbandono in cui versa lo scavo di Porta Barete. Risulta esaustiva la foto scattata pochi minuti fa dal fotografo del Capoluogo Marcello Spimpolo.

Tutta la città disquisisce sul futuro delle mura e della famosa porta cittadina da anni. Movimenti cittadini e nunzi apostolici hanno seguito con passione e dedizione gli scavi, accogliendo con meraviglia il ritrovamento del leone.

{{*ExtraImg_220129_ArtImgRight_300x200_Il cantiere di Porta Barete ancora aperto.}}

Temendo che si trovasse spaesato, qualcuno ha pensato di lasciar crescere una folta vegetazione intorno al nostro leone, affinchè si ricreassero le condizioni ambientali originarie di una giungla.

Forse non ci sarebbe nemmeno da meravigliarsi tanto... una città che sta pensando di ricoprire con una colata di cemento l'antica porta attraverso cui passò Margherita d'Austria, non si scandalizza di certo per un po' d'erba ricresciuta in uno dei tanti cantieri!