Spoltore, troppi piccioni nel Centro storico: è allarme

Dal centro storico di Spoltore verranno allontanati i volatili, tramite l'utilizzo di falchi appositamente addestrati. Lo prevede una determina del 9 ottobre 2014, con cui l'Amministrazione comunale dà seguito a una delibera di Giunta del 21 agosto scorso.

Tale servizio viene affidato all'Associazione 'Falconieri del Rosone' di Sulmona, che si occuperà dell'attività di [i]'bird control'[/i] annuale tramite tre interventi d'urto di 2 giorni a distanza di una settimana dal primo allontanamento e 1 intervento mensile di 2 giorni di mantenimento per i restanti mesi e per un totale complessivo di 12 operazioni.

Si prevede la presenza di falconieri (da 2 a 4) e di rapaci (da 5 a 10). Il costo complessivo è di 9 mila euro + Iva.

«Tale servizio si rende necessario al fine di garantire le migliori condizioni igienico sanitarie del centro storico di Spoltore e per evitare il deterioramento del patrimonio artistico - ha affermato il Sindaco Luciano Di Lorito - Il nostro centro storico registra la presenza massiccia di volatili, soprattutto piccioni, che sta causando l'imbrattamento degli spazi pubblici e privati, da cui derivano sia problematiche di natura igienico sanitaria, per la possibile trasmissione di malattie veicolate dai volatili, sia di natura estetica in quanto gli escrementi possono corrodere gli intonaci e danneggiare gli edifici storici».

«Nello specifico, l'attività di allontanamento di questi uccelli infestanti sarà effettuata tramite l'utilizzo di esperti falconieri - ha spiegato l'Assessore con delega alle Manutenzioni e Verde Pubblico Quirino Di Girolamo - Il concetto base è quello di rendere l'area da bonificare un habitat a rischio per i volatili da allontanare attraverso la presenza dei loro nemici naturali, ossia i rapaci, debitamente addestrati all'atteggiamento venatorio».