Quantcast

Legnini, Pezzopane, D’Alfonso: il gioco dei ruoli

«Anch'io mi sono speso per il nome di Stefania Pezzopane, punta avanzata della vertenza L'Aquila e Abruzzo siamo in un dialogo competitivo per trovare lo strumento migliore per consentire all'Abruzzo di segnare l'agenda di governo».

Così il presidente della giunta regionale, Luciano D'Alfonso, a margine di un evento all'Aquila, rispondendo alla domanda dei cronisti sulla candidatura della senatrice aquilana del Pd Stefania Pezzopane alla carica di sottosegretario con delega alla ricostruzione. Il ruolo è vacante dopo le dimissioni da uomo di governo e parlamentare di Giovanni Legnini, eletto alla vice presidenza del Csm.

Legnini non sostituito dall'aquilano Giovanni Lolli, primo dei non eletti, rimasto alla vice presidenza della Giunta regionale, facendo così andare a Roma il pescarese Gianluca Fusilli.

Il territorio aquilano alle prese con una ricostruzione difficile si trova in una condizione particolare e complessa perché oltre all'assenza di un delegato del governo, vede scoperta la carica di responsabile dell'ufficio speciale per la ricostruzione dell'Aquila (Usra) dopo l'abbandono con un anno di anticipo del manger Paolo Aielli, nominato amministratore delegato della Zecca di Stato.

«Se a questo si aggiunge il fatto che I fondi per la ricostruzione a fine anno termineranno, il quadro - secondo gli amministratori aquilani e molti esponenti del Pd - è preoccupante».