L’Aquila, 20 viaggi x 20 meraviglie terrestri

Giornata conclusiva oggi all'Aquila del progetto comunitario Adristorical Lands inserito nel programma transfrontaliero Ipa-Adriatico.

Nel capoluogo aquilano si sono ritrovati tutti i partner italiani (Veneto, Abruzzo, Molise, Marche e Puglia) e stranieri (Slovenia, Bosnia, Albania e Croazia) che hanno dato vita al progetto teso a valorizzare l'offerta turistica dei piccoli centri e di quelle aree che sono al di fuori dei grandi circuiti internazionali turistici.

E' un progetto che guarda al turismo sostenibile «in una visione - ha spiegato Giancarlo Zappacosta, dirigente del Servizio turismo della Regione - complessiva di grande pregio perché mette insieme tutti i territori che si affacciano sull'area adriatica, che poi è il preludio al programma della Macroregione Adriatico-Jonica voluto con forza dal presidente della Regione Marche e supportato in questo momento con grande entusiasmo dal presidente della Regione Molise e dal presidente Luciano D'Alfonso».

Per quanto riguarda l'Abruzzo, all'interno del progetto Adristorical Lands sono stati messi insieme 20 itinerari turistici tematici che fanno un insieme di offerta turistica complessiva legata e «in alcuni casi consimile, come ad esempio la Marca adriatica Marche, Abruzzo e Molise».

Ma di là del progetto e dell'elaborazione di itinerari turistici, Adristorical Lands ha permesso in questi tre anni il confronto costante tra i partner, la condivisione delle esperienze dei diversi operatori turistici e la concertazione tra gli attori istituzionali e i territori coinvolti. Si tratta di elementi di grande valore su cui basare le future politiche di valorizzazione turistica dei territori che si affacciano sulla sponda dell'adriatico, nel quadro di un'ampia sinergia con i nuovi orizzonti delineati dalla recente strategia di costruzione della Macro Regione Adriatico-Ionica.