IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Forze dell’ordine, tre ore di sciopero

Anche in Abruzzo, come in tutta Italia, domani gli uomini della polizia di stato, dei vigili del fuoco, della polizia penitenziaria e del Corpo Forestale si asterranno per tre ore dal servizio, con assemblee dalle 11 alle 14, garantendo per legge i servizi di emergenza.

Questa mattina in una conferenza stampa che si è tenuta in Questura a Pescara, gli esponenti del Sap (sindacato autonomo di polizia), Sappe (sindacato polizia penitenziaria), Sapaf (sindacato del Corpo Forestale) e Conapo (vigili del fuoco) hanno spiegato i motivi della protesta. «Questa azione forte si rende necessaria – hanno detto gli esponenti dei sindacati delle quattro forze dell’ordine – in un contesto di difficoltà per le forze dell’ordine che continuano a garantire la sicurezza dei cittadini, ma chiedono lo sblocco del tetto salariale per tornare ad avere retribuzioni corrette rispetto agli incarichi ricoperti e alle mansioni svolte».

Giampaolo Guerrieri del Sap ha spiegato che «come Consulta Sicurezza siamo oggi a rendere noti i motivi dell’agitazione, perché se si pensa di potenziare la sicurezza bloccando le assunzioni e tagliando presidi sul territorio, sarà difficile continuare ad andare avanti. Ora vogliamo impegni scritti dal Governo sulle retribuzioni e gli sblocchi salariali, ma chiediamo che si fermi la chiusura indiscriminata di importanti caserme e posti di polizia come quelli previsti per esempio all’aeroporto di Pescara. Se dovesse chiudere l’Ufficio della Polizia di Frontiera, lo scalo aereo, secondo i protocolli di Schengen, rischierebbe il declassamento».

Tra i presidi a rischio chiusura in Abruzzo, oltre a quello della polizia aeroportuale, ci sono la Polmare di Pescara, la Stradale di Penne (Pescara), la Polizia Postale di Teramo e la Polfer di Chieti. Alla conferenza stampa di oggi hanno partecipato i segretari generali del Sap Giampaolo Guerrieri, del Sappe Giuseppe Ninu, del Sapaf Gerardo Boccia e del Conapo Luigi Conti.

X