IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Compartecipazione spese riabilitazione, D’Alessandro risponde a Chiodi

«Facendo finta che il problema non esistesse e lavandosene le mani, Chiodi ha di fatto rinviato al futuro un obbligo che per sessantasei mesi non ha rispettato, ovvero applicare le direttive nazionali in materia di compartecipazione alle spese della riabilitazione.

Lo ha fatto da presidente della Regione e da commissario ad acta, disattendendo le direttive del ministero e ingannando gli abruzzesi. Avrebbe almeno dovuto provare a stanziare risorse da trasferire ai Comuni per evitare di generare la situazione che abbiamo ereditato». A sottolinearlo, attraverso una nota, è Camillo D’Alessandro, sottosegretario alla presidenza della giunta.

«Nessuno è così ingenuo da non capirlo – aggiunge D’Alessandro – Quello che oggi la minoranza ha denunciato in conferenza stampa è il solito scaricabarile, grave di per sè, per chi si è vantato, a torto, di aver ben amministrato in passato questa Regione, e in questo momento lo è ancor di più visto che fa leva sulle fragilità di famiglie già tanto provate da problemi di salute dei propri cari».

«La scelta morale di fare opposizione sui drammi delle persone – sottolinea D’Alessandro – è così discutibile che non riuscirà a gettare ombre sul buon governo che l’attuale maggioranza dimostrerà di essere capace di esercitare. I Comuni non verranno lasciati soli a gestire questa partita, e il servizio sanitario regionale farà in modo che a nessuno venga a mancare una risposta certa alla propria domanda di salute, così come garantito dalla Costituzione all’articolo 32». «I cittadini – conclude D’Alessandro – comprenderanno che a metter ordine nel caos e nei disastri del centro destra è impresa ardua che richiede il giusto tempo e attenzione».

X