IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Pace per Eleonora, ma i funerali slittano

Sarà trasferita nelle prossime ore a Roma la salma di Eleonora Gizzi per consentire a un anatomopatologo forense di eseguire ulteriori accertamenti medico-legali, al fine di stabilire nella maniera più certa possibile la data della morte.

Lo ha deciso il titolare dell’inchiesta, il pm Giancarlo Ciani della Procura di Vasto, il quale ha aperto un fascicolo sulla morte dell’educatrice 34enne per «istigazione al suicidio», dopo aver anche ascoltato il sostituto presso la Procura di Pescara, Giuseppe Bellelli, che ha coordinato le prime fasi del ritrovamento del cadavere il 26 agosto a Vasto.

Si tratta di un accorgimento tecnico per proseguire negli accertamenti in quanto, di fatto, la donna quel 28 marzo scorso si allontanò da casa in maniera volontaria. Il nodo da sciogliere resta quello di fissare con certezza il giorno del decesso, in relazione agli avvistamenti avvenuti, tra il 3 e il 10 aprile sotto il viadotto Proscravia dell’A14, da parte dei tecnici della Società Autostrade.

Un passaggio non di poco conto quello di cristallizzare la data, su precisa richiesta della famiglia Gizzi, e che viene supportata dal punto di vista legale dall’Associazione Penelope.

«Dobbiamo solo aspettare qualche giorno ancora – commenta Italo, il papà – prima di poter riavere Eleonora e salutarla tutti assieme per l’ultima volta». Slittano, pertanto, le esequie che saranno celebrate nella chiesa del Sabato Santo. Sulla pagina Facebook, aperta da alcuni amici, “Cerchiamo Eleonora Gizzi”, la poetessa e scrittrice Silvana Puschietta ha lasciato questo messaggio: «Quanto vorrei che di lei, che non ho mai conosciuto, ma per la quale ho temuto e pianto, non si parlasse più se non per darle un ultimo abbraccio».

X