IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

L’Aquila Calcio, Pagliari: «Timore reverenziale»

Più informazioni su

di Claudia Giannone

L’Aquila Calcio abbandona la Coppa Italia, nell’incontro perso per 3-0 sul campo dell’Empoli. Ma al termine dell’incontro, le parole di mister Giovanni Pagliari non fanno certo trasparire delusione: il pensiero fondamentale della squadra, al momento, è il campionato che sta per iniziare, ma nonostante tutto il tecnico è apparso soddisfatto almeno di una parte della prestazione dei ragazzi. Bisogna ricordare che gli avversari di oggi dei rossoblù sono neopromossi in serie A.

«Oggi ripartiamo innanzitutto dal recupero del capitano: questa è un’ottima notizia. E ripartiamo da un’idea di calcio che, tranne per il primo quarto d’ora in cui siamo stati travolti, ci ha dato soddisfazioni: nel corso del primo tempo abbiamo avuto la possibilità di fare goal e siamo entrati in partita. Ora dobbiamo pensare al campionato e al mondo che ci appartiene».

«Forse nei primi venti minuti – ha aggiunto il tecnico – è stato il timore reverenziale a bloccarci. Non abbiamo avuto un buon approccio, ma dobbiamo ricordare che dalla parte opposta c’era l’Empoli. È una squadra superiore, dal punto di vista fisico e tecnico, e le due categorie di differenza si sono sentite. Sono comunque venute indicazioni positive, perché negli ultimi venti minuti del primo tempo abbiamo giocato alla pari».

Mister Pagliari ha speso alcune parole anche sui tifosi che, anche in questa occasione, hanno seguito e supportato la squadra fino all’ultimo minuto.

«I tifosi sono stati straordinari, ma come ho sempre detto, da quando sono arrivato a L’Aquila hanno sempre fatto sentire il loro sostegno. Mi auguro di continuare a dare soddisfazioni e di essere seguito con il cuore da loro».

È il turno di mister Maurizio Sarri, tecnico dell’Empoli, che giudica in modo positivo la prestazione dell’Aquila.

«L’Aquila in Lega Pro è una squadra forte. Ha fatto un buon campionato l’anno scorso e in Coppa Italia ha fatto una grande prestazione a Bologna. Se non fossimo riusciti ad azzannarla subito e a chiudere la partita, avrebbe potuto creare dei problemi, come ha fatto degli altri turni. Abbiamo fatto una buona prestazione, loro avrebbero potuto sorprenderci».

Più informazioni su

X