IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Festival di Mezza Estate, 30 volte Tagliacozzo

Più informazioni su

Si è conclusa l’altro ieri sera a Tagliacozzo la 30esima edizione del Festival Internazionale di Mezza Estate.

Sono stati circa 10.000 gli spettatori per gli oltre 50 appuntamenti con musica, teatro, cinema e danza che per 26 giorni hanno animato i pomeriggi e le serate tagliacozzane. Il grande successo di pubblico ha riguardato sia i grandi nomi come Amanda Sandrelli, Enrico Brignano, Danilo Rea, Irio De Paula, Rosalia De Souza, Lino Guanciale che la sezione dedicata al cinema e gli spettacoli della sezione “giovani talenti” introdotta in occasione del trentennale del Festival grazie alla collaborazione con l’Associazione “Amici del Festival di Mezza Estate”.

{{*ExtraImg_213579_ArtImgRight_300x165_}}Tutto esaurito anche per gli ultimi due spettacoli di una delle rassegne più longeve d’Abruzzo. Giovedì sera, 21 agosto, circa 400 spettatori hanno affollato piazza Obelisco per lo spettacolo di danza “Tango passione argentina” con le splendide coreografie di Luigi Martelletta. In uno spettacolo originale e coinvolgente, la scuola classica della danza si è incontrata con la passione popolare dei tangueros. Ieri sera, venerdì 22 agosto, piena anche la suggestiva piazzetta III Molini per la proiezione di “io la conoscevo bene” di Antonio Pietrangeli, regista di origini abruzzesi celebrato nell’ambito del Festival con un’accurata retrospettiva, una mostra fotografica, un dibattito sulla critica cinematografica e il concorso “sala di proiezione” per la migliore recensione. Grazie alla collaborazione con il Festival Internazionale del Film di Roma, per i giovani vincitori del concorso, ora c’è la possibilità di far parte della giuria giovanile della prestigiosa manifestazione romana.

Confermando la vocazione internazionale del Festival, quest’anno da Tagliacozzo sono passati grandi artisti italiani e artisti provenienti da Brasile, Ungheria, Polonia, Germania, Argentina offrendo al pubblico del Festival Internazionale di Mezza Estate spettacoli di grande qualità realizzati nello splendido scenario di uno dei borghi più belli d’Italia.

{{*ExtraImg_213580_ArtImgLeft_300x234_}}Il programma del Festival, articolato e interdisciplinare, ha spaziato dal teatro al cinema, dalla danza alla musica, offrendo spettacoli estremamente differenziati capaci di intercettare i più diversi gusti di un pubblico attento e appassionato. Turisti e cittadini della Marsica hanno potuto godere per quasi un mese di arte, cultura e bellezza: dalla ricerca teatrale su testi di fantascienza messa in scena da Lino Guanciale alla raffinata e coinvolgente musica Klezmer del trio polacco “Magda Brudzinska”, dai virtuosismi di Danilo Rea e Irio De Paula al suggestivo “notturno d’autore” che ha utilizzato come scenografia naturale gli angoli più affascinanti del centro storico di Tagliacozzo, dall’eclettica Banda Osiris ai raffinati spettacoli di danza curati da etoile come Diana Ferrara e Luigi Martelletta, dal cineclub pomeridiano al grande cinema all’aperto. Tra i momenti che hanno animato la 30° edizione del Festival Internazionale di Mezza Estate vale la pena di citare lo strepitoso cameo di Enrico Brignano che, ritirando un premio alla carriera, ha voluto regalare al suo pubblico un vero e proprio inedito teatrale raccontando, con grande spettacolarità, la sua vita di attore.

La 30esima edizione del Festival Internazionale di Mezza Estate ha richiesto uno sforzo organizzativo ancora maggiore e ancora più importante a fronte di risorse economiche sempre più esigue. L’amministrazione di Tagliacozzo ha ritenuto che i tagli non dovessero colpire la cultura perchè essa è uno strumento fondamentale per affrontare una crisi che è epocale e globale. Per la comunità tagliacozzana la cultura è utile alla crescita morale e civile dei cittadini ma anche a comprendere quali sono le vocazioni economiche del territorio: teatro, musica, paesaggio, architettura, arte e bellezza sono risorse economiche fondamentali per tutti i territori abruzzesi. È per questo che il Festival si svolge da 30 anni nel centro storico di Tagliacozzo: per valorizzare, insieme alle performance degli artisti, anche il patrimonio storico e culturale di borghi da rivalutare e rivivere.

Con il suo cartellone denso di appuntamenti e la sua storia trentennale, il Festival Internazionale di Mezza Estate si conferma come una delle rassegne più importanti della regione Abruzzo, oltre che come un vero e proprio patrimonio culturale da difendere e potenziare per tutto il territorio della Marsica e della Provincia de L’Aquila.

[url”Torna alla Home Targato Az”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=221[/url]

Più informazioni su

X