IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Guerra di emendamenti per la cultura

«Sventata, speriamo definitivamente, l’azione della maggioranza che determinava la sottrazione delle risorse destinate a primari istituti culturali abruzzesi, tra cui il Liceo musicale pareggiato Braga di Teramo». Lo affermano i Consiglieri regionali Mauro Di Dalmazio (Abruzzo Futuro) e Giorgio D’Ignazio (Ncd).

«La maggioranza, infatti, ha smentito se stessa – scrivono i rappresentanti della minoranza – prima infatti ha affermato che le variazioni di bilancio afferenti alla cultura erano necessarie per ottemperare a disposizioni perentorie dell’Unione Europea. Poi, però, incalzata dagli emendamenti presentati dall’opposizione in Commissione, propone un sub emendamento con il quale fa una clamorosa marcia indietro.

Delle due l’una: o c’è stata una approssimativa lettura delle disposizioni, e sarebbe gravissimo, o c’è stato un maldestro tentativo, per fortuna sventato grazie ai nostri sub emendamenti e alla dura opposizione proposta, per ricondurre quelle risorse alla gestione assoluta della Giunta, con grave danno per storiche istituzioni culturali abruzzesi.

Tutto ciò denota un approccio preoccupante ai problemi e alla individuazione delle soluzioni, caratterizzata da pressapochismo e strumentalità che, nel caso di specie, avrebbero potuto mettere in discussione addirittura l’esistenza stessa di queste istituzioni, a difesa delle quali non abbiamo sentito i tanti esponenti del centrosinistra che oggi hanno ruoli centrali nel governo della Regione e che, nella passata Legislatura, si stracciavano le vesti e presidiavano da paladini ogni piazza – concludono Di Dalmazio e D’Ignazio – per richiedere sostegno per quelle istituzioni che, nel momento in cui sono andati al governo, hanno, di contro, tentato di mettere in gravissima difficoltà».

X