IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

M5S: «Nulla contro Perdonanza, ma priorità sono altre»

«Nulla contro la Perdonanza Celestiniana o l’organizzazione di convegni, ma credo che la lotta all’abusivismo negli alloggi delle Ater della nostra regione, e in particolare in quella di Pescara, sia forse una priorità più stringente e che interessa di più i cittadini abruzzesi».

Lo sostiene il consigliere regionale del M5S Domenico Pettinari, che promette una dura opposizione alla variazione di bilancio che domani sarà discussa in Aula. «In questa variazione – commenta Pettinari – che è stata inserita come emendamento intruso nel progetto di legge di riorganizzazione delle strutture amministrative della Regione, viene cancellato il contributo di 100mila euro alle Ater».

«Quei fondi sono stati utilizzati in questi anni per sfrattare dagli appartamenti di proprietà degli enti gli inquilini abusivi, che li avevano occupati ricorrendo alla violenza e ai soprusi, turbando la pace sociale in quartieri spesso già ‘difficili’, e la tranquillità dei tanti cittadini onesti che abitano in quei palazzi».

«In alcuni casi si trattava di veri e propri criminali, che in spregio alla legge, si erano impossessati degli alloggi». L’esponente del M5S contesta lo stanziamento di fondi per la Perdonanza (80mila euro) e quello per l’organizzazione di convegni (400mila euro).

«La lotta all’abusivismo è una emergenza della nostra regione – aggiunge – ricordo che solo nella città di Pescara nei quartieri a rischio Rancitelli e Fontanelle con questi fondi negli anni scorsi sono state sfrattate circa 40 famiglie. Famiglie che oltre ad occupare abusivamente alloggi popolari sono composte da pluripregiudicati che quotidianamente rendono impossibile la vita dei quartieri e condizionano gravemente la pace sociale. Voglio solo ricordare che in via Caduti per Servizio a Pescara, dove si sono realizzate le piu’ imponenti operazioni di sfratto degli occupanti abusivi pregiudicati, cittadini onesti organizzati in associazioni locali hanno rischiato la vita e subito numerosi atti intimidatori da chi si ostinava a delinquere all’interno degli alloggi di proprietà dell’Ater». E il consigliere lancia anche un invito al presidente della Regione Luciano D’Alfonso.

«Lui è stato sindaco di Pescara – conclude – e dovrebbe dunque conoscere queste realtà. Non voglio e non posso credere che voglia, con questa variazione di bilancio, cancellare la possibilità per tanti cittadini di riappropriarsi della propria serenità. Ricordo, infine, che l’Ater di Pescara ha anche presentato un progetto alla Regione per procedere con nuovi sfratti utilizzando queste risorse. Progetto che oggi rischia di rimanere solo sulla carta».

X