IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Crisi informazione, vertenze Il Tempo e Il Messaggero

Una riunione straordinaria del Consiglio dell’ordine dei giornalisti ha ratificato la grave crisi dell’informazione in Abruzzo a cui ha risposto immediatamente il presidente del Consiglio regionale Peppe Di Pangrazio per sollecitare gli Stati generali dell’informazione in Abruzzo.

«Il Consiglio dell’Ordine Giornalisti d’Abruzzo, riunito in sessione straordinaria, alla presenza dei consiglieri nazionali Nicola Marini, Domenico Marcozzi e Alfredo Di Pasquale, del vicesegretario del Sindacato dei giornalisti abruzzesi, Marco Patricelli, denuncia la grave crisi che si va prefigurando nell’orizzonte editoriale della nostra regione. Alla luce dei più recenti sviluppi delle vertenze del Messaggero e del Tempo si assiste passivamente ad un grave processo di depauperamento dell’informazione locale con devastanti ricadute occupazionali dirette e indirette.

Per tale motivo il Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti, d’intesa con il Sindacato dei Giornalisti, sollecita un deciso e immediato intervento dei rappresentanti delle istituzioni regionali e locali, dei parlamentari, affinché vengano perseguite tutte le iniziative utili alla salvaguardia della qualità dell’informazione locale che passa per il mantenimento degli attuali livelli occupazionali e delle strutture redazionali».

Il Presidente del Consiglio regionale, Giuseppe Di Pangrazio, ha raccolto l’appello delle organizzazioni di categoria dei giornalisti. «[i]Il Tempo[/i] prima e Il Messaggero qualche anno dopo – sottolinea Di Pangrazio – hanno contribuito in questi decenni alla costruzione dell’Abruzzo e dell’identità unitaria degli abruzzesi. Non dimentichiamo che negli anni Sessanta, all’Aquila nessuno aveva la possibilità di leggere cosa accadeva sulla costa e a Pescara succedeva lo stesso per quanto riguarda le aree interne.

Sono quotidiani, dunque, che fanno parte della nostra storia e che hanno concorso alla formazione del nostro senso civico». Ma il Presidente del Consiglio allarga la riflessione alla situazione di tutta l’informazione in Abruzzo, che ormai da almeno 15 anni sta vivendo enormi difficoltà. «L’informazione è uno dei pilastri della nostra società – conclude Di Pangrazio – ed è dovere di tutte le istituzioni impegnarsi ad individuare un percorso di difesa di questo patrimonio. Da parte mia c’è la massima disponibilità a collaborare con Ordine e Sindacato, e a mettere in campo tutte quelle che sono le prerogative della Regione».

Il Presidente chiederà, inoltre, un incontro con le società editoriali di Tempo e Messaggero per approfondire meglio cosa stia accadendo, così da poter individuare le iniziative che il Consiglio regionale può mettere in campo.

X