IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Rimosso inquinamento oleoso sulla costa abruzzese

Un’intensa attività operativa e di monitoraggio ambientale è stata svolta per tutto il fine settimana e fino alla mattina di oggi, dal personale della Guardia Costiera di Pescara, impegnato in ambito portuale per arginare e ridurre un inquinamento da idrocarburi scoperto nelle acque fluviali in prossimità della banchina nord del porto canale.

A partire dalle prime ore di sabato scorso, si sono susseguite presso la sala operativa della Capitaneria di Porto, diverse segnalazioni circa la presenza chiazze oleose all’interno del porto canale con forte odore di idrocarburi. Il dispositivo di monitoraggio, immediatamente attuato dagli uomini della Capitaneria di Porto, si è articolato in una prima fase di ispezione del porto canale con l’impiego di personale in banchina e di mezzi navali.

Successivamente, una volta localizzate con precisione le chiazze oleose, è stato disposto immediatamente il posizionamento di panni galleggianti di contenimento, al fine di limitare l’espandersi dell’inquinamento e permettere di circoscrivere l’area al tratto fluviale nord.

Contestualmente sono stati effettuati dei campionamenti – sottoposti ad analisi dell’ARTA Abruzzo – finalizzati a verificare la tipologia e l’origine della sostanza inquinante. Dopo il primo ed immediato intervento di contenimento, al fine di attivare le operazioni di disinquinamento – fa sapere la Direzione Marittima di Pescara – sono state posizionate delle panne assorbenti fornite dalla società Castalia – in convenzione con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare per interventi in caso di inquinamento – ed è stata avviata un’intensa attività di monitoraggio finalizzata ad evitare che l’inquinamento potesse espandersi.

E’ giunto inoltre questa notte nel porto di Pescara, su mandato della Direzione Generale per la protezione della Natura e del mare del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, il rimorchiatore della Società Castalia “MONTEROSA”, di base nel porto di Giulianova, che ha operato sin dalle prime ore della mattinata per ultimare le operazioni di disinquinamento con la collaborazione del personale della Capitaneria di Porto, impiegato sia a terra, che con mezzi navali di supporto all’interno del porto canale. Le operazioni sono terminate nella tarda mattinata di oggi con la bonifica dell’area ed il recupero delle attrezzature disinquinanti e di contenimento. Il mezzo Castalia ha fatto quindi rientro presso il porto di Giulianova dove ultimerà le attività con lo smaltimento delle panne.

X