IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Perdonanza 2014, novità e ostacoli

di Claudia Giannone

Si procede con i lavori, in vista della Perdonanza 2014. Grandi le aspettative, grandi i valori da riportare alla luce, ma, allo stesso tempo, grande anche la delusione per alcuni fattori che hanno rappresentato degli ostacoli all’interno dell’organizzazione.

Prima fra tutte, come spesso accade, la questione economica. Come spiega l’assessore comunale dell’Aquila Alfredo Moroni, coordinatore della Perdonanza, non si può dire che siano stati i finanziamenti veri e propri a mancare, bensì la certezza degli stessi. Cosa ben più grave, se si valuta l’impegno messo in atto per la programmazione dell’evento. «Ci siamo impegnati per rispettare i nostri obiettivi e sviluppare una pianificazione in piena serenità – ha spiegato Moroni – Il lavoro è stato duro, come dura è stata la ricerca di finanziamenti che, ancora oggi, non hanno il carattere della certezza».

{{*ExtraImg_212357_ArtImgRight_300x168_}}Un’incertezza che lascia riflettere, ma che lascia anche sperare che, nel corso del prossimo anno, le cose possano migliorare. L’importanza della Perdonanza 2015, è stata, infatti, ribadita anche dal sindaco della città, Massimo Cialente. «Saranno due – ha ricordato Cialente – gli eventi chiave del prossimo anno: l’adunata degli Alpini e la Perdonanza. Sarà proprio l’edizione in cui l’Unesco considererà la nostra tradizione come patrimonio immateriale dell’umanità. A livello mondiale, quindi, verrà riconosciuto il valore religioso e morale dell’evento».

La notizia certa, per il momento, arriva dalla Provincia: 15.000 euro saranno investiti nel corso della Perdonanza 2014, mentre lo scorso anno il contributo era stato pari a zero. Non sarà più, inoltre, la banca Bper il management dell’evento, ma la Banca dell’Adriatico. Meno le risorse disponibili, circa 25.000 o 30.000 euro di differenza, ma soprattutto l’impossibilità di gestire risorse non accertate nel corso dei mesi di preparazione.

Novità anche per quanto riguarda le figure che sfileranno in occasione dello storico corteo della Bolla. La Dama della Bolla tornerà da quest’anno e seguirà un tema molto importante, quello dell’integrazione e della diffusione del messaggio della pace. Per quanto riguarda, invece, il Giovin Signore, si tratterà di un ragazzo da poco diplomato con il massimo dei voti, per poter entrare all’interno delle scuole.

Al via, dunque, il 21 agosto con un’anteprima della Perdonanza, per poi proseguire il 22 con il “Notturno D’Autore”, un’isola recitante che verrà svolta in diversi luoghi cardine della città. Dal giorno successivo, inizierà il programma ufficiale.

{{*ExtraImg_212363_ArtImgRight_300x166_}}«Sarà una Perdonanza molto interessante – ha aggiunto il sindaco Cialente – e mi auguro che sia l’ultima all’esterno della Basilica di Collemaggio. Con le parole di Papa Francesco, che ha avvicinato le due figure di San Francesco e Celestino V, vogliamo far sì che il significato dell’evento sia ancora più importante».

Nel corso dei prossimi giorni, sarà possibile avere l’intero programma ecclesiastico, mentre i percorsi obbligatori e il regolamento dei flussi in entrata e in uscita sono già disponibili. Il corpo di Celestino V sarà presente, ma posizionato ad un lato dell’altare, per permettere a tutti i fedeli un più semplice approccio liturgico.

«Questa Perdonanza – ha concluso l’assessore Moroni – sarà caratterizzata dalla sobrietà per quanto riguarda la realizzazione delle articolazioni, ma allo stesso tempo da un’alta qualità per quanto riguarda il livello religioso».

X