IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Abruzzo selvaggio, arriva il Wolf Bike Tour

La

Provincia

dell’Aquila,

il

Comune

di

Sulmona

e

i

due

Parchi

della

Majella

e

Nazionale

d’Abruzzo

hanno

deciso

di

affidare

alla

bicicletta

il

rilancio

turistico

di

uno

dei

polmoni

verdi

d’Europa,

l’Abruzzo

centrale,

quasi

interamente

occupato

da

aree

naturalistiche

protette.

L’evento

è

previsto

per

sabato

6

e

domenica

7

settembre:

due

tour,

il

primo

di

50

chilometri,

e

il

secondo

di

140,

partenza

e

arrivo

sempre

da

Sulmona,

in

provincia

dell’Aquila.

È

un

format

del

tutto

nuovo

in

Italia:

un

raid

riservato

a

ciclisti

esperti,

ma

privato

da

ogni

aspetto

agonistico.

Si

pedalerà

per

godere

del

paesaggio,

della

natura

selvaggia,

della

storia

e

dell’arte

di

paesini

incastonati

fra

le

montagne

dell’Abruzzo,

la

regione

più

verde

d’Europa.

Si

arriva

quando

si

arriva,

con

l’aiuto

di

punti

di

ristoro

dove

saranno

offerti

arrosticini

e

pecorino

invece

che

barrette

energetiche,

e

un

buon

bicchiere

di

Montepulciano

invece

che

una

bottiglietta

di

isotonica.

Al

rientro

di

ciascuno

dei

due

giri

la

sera

si

cenerà

in

piazza

con

prodotti

tipici:

salami,

formaggi,

pane

casereccio,

dolci

e

vino.

Sabato

6

si

partirà

da

Sulmona

alle

8.00

per

percorrere

50

km

lungo

le

falde

della

Majella,

con

800

metri

di

dislivello,

domenica

7

si

salirà

in

sella

alle

6.30

per

un

tour

di

145

km

attraverso

il

Parco

Nazionale

d’Abruzzo

con

2500

metri

complessivi

di

dislivello.

La

città

di

Sulmona

sarà

punto

di

partenza

e

meta

d’arrivo

per

entrambe

le

giornate.

L’iscrizione

a

un

solo

giro

costa

25

euro,

a

entrambi

40

euro.

In

entrambi

i

casi

il

prezzo

comprende

le

degustazioni

nei

punti

di

ristoro

durante

le

soste

del

tour,

la

cena

in

piazza

a

Sulmona

la

sera

e

la

sacca

gara

che

conterrà

prelibatezze

locali.

Per

tutti

gli

iscritti

al

tour

e

i

loro

accompagnatori

è

prevista

anche

una

convenzione

con

ristoranti

e

alberghi

della

zona.

Il

progetto

nasce

dal

lavoro

di

ricerca

di

Tommaso

Paolini,

docente

di

Economia

del

Turismo

presso

l’Università

dell’Aquila,

che

ha

identificato

in

un

suo

studio

proprio

in

quelle

zone

alcune

fra

le

strade

migliori

d’Italia

per

praticare

cicloturismo

(poco

frequentate

da

mezzi

a

motore,

fra

grandi

paesaggi,

borghi

d’arte,

tradizioni

enogastronomiche

di

eccellenza)

e

dal

lavoro

organizzativo

e

di

comunicazione

di

Ercole

Giammarco,

che

ha

inventato

il

Cyclopride

Day

a

Milano

e

che

ora

vuole

aiutare

con

la

sua

associazione

no

profit

i

suoi

by ® CYCL PRIDE

WOLFBIKETOUR

conterranei

nato

a

Sulmona,

da

cui

è

emigrato

ormai

più

di

20

anni

fa)

a

far

scoprire

una

delle

zone

verdi

più

belle

e

meno

frequentate

d’Europa.

ITINERARI

Sabato

6

settembre

Partenza

ore

8,30

arrivo

entro

le

ore

12,30

Primo

itinerario

/

52

km.

Partenza

dall’Abbazia

Celestiniana

nei

pressi

di

Sulmona.

Si

prosegue

per

la

cittadina

che

si

attraversa

lungo

Corso

Ovidio.

Ci

si

avvia

poi

verso

il

bivio

di

Pacentro,

salendo

successivamente

a

Cansano,

dove

i

partecipanti

potranno

godere

della

prima

sosta.

Rinvigoriti

dai

prodotti

tipici

locali

si

sale

a

Campo

di

Giove

a

1.064

m

s.l.m

dove

è

posta

la

seconda

sosta.

Dopo

la

pedalabile

ascesa

di

un

paio

di

km

a

Fonte

Romana

si

raggiunge

il

bivio

di

Passo

S.

Leonardo.

Da

qui

inizia

un

volo

di

una

decina

di

km

che

porterà

i

partecipanti

a

Pacentro

dove

si

potrà

godere

dell’ultima

sosta

prima

di

buttarsi

in

discesa

sulla

Morronese

che

porterà

il

gruppo

a

concludere

il

percorso

nuovamente

all’Abbazia

Celestiniana.

Domenica

7

settembre

partenza

ore

6,30

arrivo

entro

le

ore

19,30

Secondo

itinerario

/

150

km.

Partenza

dall’incomparabile

Piazza

Garibaldi

di

Sulmona.

Si

sale

a

Bugnara

e

poi

ad

Anversa

degli

Abruzzi

e

quindi

Cocullo.

Da

qui

inizia

la

vera

ascesa

verso

Olmo

di

Bobbi.

Un

paio

di

km

prima

di

Pescina

si

gira

a

sinistra

al

bivio

con

direzione

Ortona

dei

Marsi,

dove

inizia

il

Parco

Nazionale

d’Abruzzo.

Si

pedala

dentro

il

Parco

in

un

ambiente

unico

e

suggestivo

con

direzione

S.

Sebastiano

e

a

seguire

Bisegna.

Alle

pendici

del

monte

Palombo

(2.013

m)

ci

si

immette

sulla

S.S.83

con

direzione

Pescasseroli.

Prima

di

raggiungere

il

paese,

che

rappresenta

la

capitale

del

Parco,

guardando

sulla

sinistra

si

può

ammirare

il

Monte

Marsicano

(2.242

m).

Dopo

Pescasseroli

(1.167

m

s.l.m.)

si

pedala

verso

Opi

(1.250

m

s.l.m.)

e

infine

verso

Civitella

Alfedena

(1.121

m

s.l.m.).

I

partecipanti

costeggeranno

le

splendide

acque

del

Lago

di

Barrea,

per

raggiungere

Villetta

Barrea

(990

m

s.l.m.).

Inizia

da

qui

l’ascesa

di

più

di

dieci

km

verso

Passo

Godi.

Giunti

a

Passo

Godi

(1.630

m

s.l.m.)

il

più

è

fatto.

Per

raggiungere

Scanno

(1.050

m

s.l.m.)

è

tutta

discesa,

ammirando

il

bellissimo

lago

di

Lambiamo,

passando

sotto

il

famoso

santuario

della

Madonna.

Sempre

in

discesa

si

raggiunge

Anversa

degli

Abruzzi

e

poi

si

sale

a

Bugnara.

Da

lì,

nuovamente

discesa

fino

a

tornare

a

Sulmona,

il

punto

di

partenza.

I

dettagli

su

[url”www.wolfbiketour.it”]www.wolfbiketour.it[/url].

X