IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Ave Jane, tourist tour ma con gusto

Più informazioni su

di Gioia Chiostri

Una macchina del gusto azionata dall’acceleratore della Voluntas imprenditoriale. Quando il passato bussa alla porta del presente per riciclarsi anima del futuro, non tutti sanno ascoltarne il passo secolare frammisto a esperienza, semplicità e promesse di avvenire. Prende anima e corpo la nuova edizione di ‘Ave Jane al Pantano’, l’itinerario enogastronomico, culturale e musicale che conquisterà la zona centrale della città di Avezzano nei giorni 8 e 9 di agosto. Una due giorni immersa nell’atmosfera di una volta e incorniciata dalla voglia di fare di mestieranti, associazioni, produttori e ristoratori locali vari che non hanno appeso al chiodo lo spirito del rischio e dell’azione. Stand a mo’ di segnaletica del gusto invaderanno la città capofila della Marsica. Attesi anche ospiti del mestiere da altre regioni d’Italia, come la Puglia, il Lazio e le Marche.

Presenti alla conferenza di presentazione dell’evento, tenutasi nella sala consiliare del comune di Avezzano, ieri, 5 agosto, l’assessore alla cultura Gabriele De Angelis, il rappresentante del Gal Gran Sasso Velino Ruggero De Amicis, il presidente di Asvicom Gianfelice Angelone, il presidente di Confartigianato Imprese Avezzano, Lorenzo Angelone, il presidente della Confcommercio Roberto Donatelli e il funzionario del settore cultura di Avezzano, Antonio Bianchi.

«Il nuovo progetto culturale che fa parte del Calendario di eventi ha dei contorni, per così dire, già conosciuti dalla popolazione avezzanese, in quando reitera una manifestazione gastronomica già nota, quale quella dei classici sentieri del gusto, già realizzata in città. Eppure, dal canto suo, prospetta anche qualcosa di nuovo, poiché ha delle caratteristiche diverse. È, anzitutto, un momento enogastronomico importante, perché prevede la partecipazione di numerosissime aziende eccellenti della Marsica e dintorni, venato però da musica dal vivo e tappe culturali. Membri importanti della macchina del gusto tutte le associazioni di categoria più importanti, quali Confcommercio, Confartigianato, Confesercenti e il Consorzio Avezzano Centro. Attore principale della manifestazione sarà, invece, il Gal Gran Sasso Velino, il quale ha apportato all’evento di quest’anno un singolare valore aggiunto».

‘Ave Jane al Pantano’, sviluppo e trasfigurazione delle più tipiche manifestazioni enogastronomiche, curato essenzialmente e in ogni sua forma dall’associazione Asvicom, ha deciso di puntare molto sulla rivitalizzazione dei mestieri antichi, mai effettivamente dimenticati. De Angelis, inoltre, ha anche ricordato a più riprese il valore del patrimonio naturale e architettonico della terra avezzanese, «il quale – ha asserito – verrà riscoperto grazie ad un giro turistico eccezionale, ideato proprio per far conoscere a chi ancora non sa quante bellezze ha la Marsica e quanto sia facile poterle esplorare. I visitatori potranno usufruire di percorsi turistici pensati [i]ad hoc[/i] che li porranno in condizione di visitare preziosità locali, quale, ad esempio, i cunicoli di Claudio. Credo molto in questa nuova formula, proposta da Asvicom. Il fatto di averla anticipata ai giorni 8 e 9 agosto, quindi molto prima della fatidica metà del mese, sarà, a mio avviso, un incentivo in più per il turismo da fuori Regione».

Il presidente di Asvicom, Angelone, ha puntualizzato il fatto che, quest’anno, l’evento enogastronomico e culturale si è proposto di risvegliare gli spiriti del self made man marsicano, andando a pungolare la capacità di saper produrre qualcosa di nuovo.

{{*ExtraImg_212142_ArtImgRight_300x224_}}La manifestazione, programmata in piena estate, consisterà nel trasformare le vie del centro della città (vedi mappa in foto) in sentieri illuminati verso la culla del buon cibo, ossia il cuore storico della città stessa. Ogni angolo verrà letteralmente riscaldato da piccole fiaccole a terra. Tutti i bar e i ristoranti che hanno aderito all’evento saranno aperti dalle ore 19 e 30 in poi, realizzando una sorta di vetrina personalizzata ma invitante, con lo scopo di farsi conoscere dalla cittadinanza.

«Abbiamo cercato di insinuare una sana competizione fra i ristoratori – ha detto Angelone – Una specie di sfida a ‘chi sa fare meglio’. Ogni punto di ristoro, inoltre, sarà allietato da musica dal vivo. Anche in questo caso abbiamo cercato di evidenziare le eccellenze locali, riuscendo a far esibire gli artisti della nostra terra. Forza centrifuga, il Gal Gran Sasso Velino. Grazie a questa incredibile associazione, fatta di eccellenza, qualità e attenzione, infatti, abbiamo avuto la possibilità di presentare nella seconda serata le ‘Scuole del Gusto’, offerte gratuitamente ai presenti. Consisteranno in una casistica di insegnamenti elargiti ai passanti sul modo migliore di degustare le tipicità di squisitezze presenti. Star della serata, i cunicoli di Claudio. Verranno allestite e realizzate delle visite grazie al bus navetta gratuito che porterà i turisti presso i Cunicoli stessi dove un gruppo di esperti speleologi si occuperà della visita guidata al loro interno. Ciò avverrà dalla mattina del 9 agosto e proseguirà per tutta la durata del periodo notturno».

{{*ExtraImg_212143_ArtImgRight_300x401_}}«Le due serate, inoltre, – continua Angelone – verranno allegramente ‘stravolte’ dalle esibizioni attoriali dell’artista Corrado Oddi, il quale si renderà protagonista di sketch preparati sulle abitudini degli abruzzesi a tavola. Una due giorni unica, che si farà forza anche grazie a chicche mai gustate del tutto da tutti come l’esibizione degli sbandieratori di Cerchio, che, in maniera itinerante, daranno vita ad uno spettacolo senza pari. Il menu è ricco e non lascia nulla al caso». La vera sorpresa di questa nuova manifestazione targata AZ, sarà, inoltre, il punto di ristoro per soli celiaci. Una novità fortemente voluta da tutta l’organizzazione. Nella piazza del Mercato, presso la tappa gastronomica intitolata ‘Attacchi di pane’, avrà luogo una vera e propria passeggiata nel gusto selezionato degli intolleranti. «So che per chi ha questa intolleranza, non è facile trovare banchi di delizie ad hoc. Spero sarà – ha detto ancora Angelone – un’idea gradita».

La notte però è giovane e alla città di Avezzano non si è risparmiato nemmeno il divertimento vecchio stampo. Il secondo giorno, circa 20 carrette dalle forme singolari e bizzarre, guidate da amatori locali, sfrecceranno sulle strade del centro dando vita al Gran Prix ‘marsicano’. «Anche questa – ha spiegato Angeloni – è un’idea mirante a far risvegliare la coscienza di una volta. Questo premio amatoriale, accompagnato dalla manifestazione tipicamente fanciullesca di ‘C’era una volta l’Aquilone’ (durante la quale la maestra Pasqualina Oddi di Trasacco insegnerà ai bimbi il modo migliore per costruire l’aquilone di una volta Ndr.) punta a richiamare i bei tempi andati». Fondamentale anche il salvadanaio della solidarietà: in piazza sarà esposto un punto di raccolta offerte. Ogni turista potrà, a sua discrezione, lasciare un’orma di sé attraverso un’offerta in denaro. Asvicom provvederà poi a consegnare la somma raccolta al Comune di Avezzano, il quale deciderà a chi devolvere i fondi così ottenuti. Dulcis in fundo: a cura dell’artista di Trasacco Massimo Donsante, verrà scolpito il premio ‘Ave Jane’ che andrà ad un personaggio noto della zona. Il simbolo della manifestazione verrà finito durante l’evento stesso.

I negozianti probabilmente decideranno di restare aperti sino alla fine della manifestazione. «Questi giorni incredibilmente pieni di eventi – ha detto in conferenza il presidente Roberto Donatelli – porteranno sicuramente ricchezza al territorio. Questa manifestazioni andrebbero reiterate più volte durante l’anno e sicuramente saranno apprezzate dai commercianti. Questa è l’occasione giusta per restare aperti oltre l’orario di chiusura, anche perché l’amministrazione comunale non si è espressa negativamente in merito. E’ senza dubbio un incentivo in più, che fa il paio con la stagione dei saldi».

{{*ExtraImg_212144_ArtImgRight_300x192_}}Punta di diamante, il Gal Gran Sasso Velino. De Amicis, in rappresentanza, così ha commentato la sua presenza pregnante: «Il Gal nasce da un crogiolo di idee e forze politiche, sociali e private per dare un sospiro di sollievo a quelle attività che per tanti anni non hanno avuto una rappresentanza nei grandi tavoli d’incontro. Le attività di nicchia, come quelle agricole o d’allevamento, meritano una voce in più. La nostra presenza permette questo, fondamentalmente, ossia il riportare in auge vecchie tradizioni e mestieri oramai dimenticati in una veste nuova e tutelata. Il Gal sponsorizza e valorizza la storia della nostra terra». Il fascino di un tempo, la voglia di futuro: questi sono i due binari lungo i quali correrà il treno del gusto progettato da Asvicom. Il presidente di Confartigianato Lorenzo Angelone ha concluso dicendo: «Questa struttura presente ad Avezzano, a mio avviso, dovrebbe essere mantenuta e messa a regime per tutto l’anno. Questa è la proposta che deriva da Confartigianato, rappresentata nella mia persona, ossia il mantenere in vita eventi di questo tipo per tutti i 356 giorni disponibili. La Regione dovrebbe puntare sull’eccellenza e sulla vetrina che la offre all’occhio del turista, sapientemente curata e tenuta in piedi dalle varie associazioni di categoria». I giovani imparino e prendano nota. ‘Ave Jane’, antica formula devozionale dalla quale deriva il nome di Avezzano, per alcuni, è, in realtà, la chiave di volta della conoscenza profonda del proprio territorio. Questo binomio di appello si leggeva, tempo addietro, sul portale dell’antico tempio dedicato al Dio Giano a piazza del Pantano, divenuta oggi piazza San Bartolomeo. Il filo rosso che lega lo ieri storico e saggio all’oggi intraprendente ma potenzialmente limitato verrà, l’8 e il 9 agosto, tessuto ex novo da giovani realtà territoriali. La strada della rinascita economica sembra lontana, ma il lume della ragione non si è mai offuscato del tutto in chi crede nella voce a volte inespressa della propria terra d’appartenenza.

[url”Torna alla Home Targato Az”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=221[/url]

Più informazioni su

X