IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Salmonella, captazione acque verso la normalità

Il 29 luglio scorso, nel corso di una riunione indetta dal Sindaco con i rappresentanti dei componenti dei Servizi di ASL, ARTA, Consorzio di Bonifica e Gran Sasso Acqua, è emersa la possibilità, alla luce degli ultimi dati analitici rilevati, di poter ulteriormente e parzialmente revocare l’ordinanza 70 del 12/06/2014, finalizzata alla prevenzione della casistica umana di salmonellosi, così da inibire la captazione solo relativamente ad alcuni corsi d’acqua.

A tal proposito il sindaco, quale Autorità Sanitaria Locale, ha firmato stamani l’ordinanza numero 80.

Il primo cittadino, cioè, revisionando la precedente ordinanza n.70 del 12/06/2014, ha autorizzato la captazione delle acque per scopi irrigui nelle seguenti aree e distretti idrici superficiali:

– Fiume Vera da sorgente fino a località Pontignano a monte del depuratore di Tempera;

– fiume Raiale da sorgente fino a località madonna d’Appari;

– Canale cd “Riga di mezzo” per tutta la sua lunghezza.

«La revisione dell’ordinanza – si legge nel testo della nuova – non deve comunque far diminuire l’attenzione della cittadinanza sulle norme di igiene individuale, personale e familiare già preposte, ribadendo in ambito familiare la necessità di un’attenta e scrupolosa igiene delle mani in ogni fase della vita domestica; una particolare cura nel lavaggio domestico ( rigorosamente con acqua potabile ) dei vegetali freschi da consumarsi senza cottura e un attento controllo individuale sulla fonte di approvvigionamento domestico di carne e uova, soprattutto se provenienti dalle piccole produzioni familiari e private.

La durata del nuovo provvedimento è stabilita in 120 giorni, fatti salvi ulteriori necessari provvedimenti di proroga e/o revoca; per l’individuazione del limite temporale relativo al ripristino della normalità si farà riferimento all’esito delle ulteriori informazioni che la ASL 1 è tenuta a fornire tempestivamente al sindaco, in quanto Autorità Sanitaria Locale.

X