IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

L’Aquila, torna ‘Blues sotto le stelle’

Emozioni e provocazioni, oltre ai molteplici aspetti di un fenomeno non soltanto musicale. Questi i temi che verranno affrontati e approfonditi in occasione della quindicesima edizione dell’inizitiva ‘Blues sotto le stelle‘, in programma a L’Aquila, nella piscina comunale Ondina Valla, dal 4 al 6 agosto. Dalle influenze che il popolo afroamericano ha esercitato sul mondo occidentale al costume, fino all’espressione dei numerosi [i]blues-styles[/i] che hanno preso forma e colore nelle varie aree geografiche in cui si sono sviluppati.

L’iniziativa si configura come un’occasione di incontro per un pubblico preparato e attento, lontano da integralismi che porrebbero limiti alla ricerca, un pubblico che ama confrontarsi e curiosare, andare alle origini, e, nel rincorrere le contaminazioni, comprendere dove il blues trovi linfa per la sua crescita ed evoluzione. Una struttura musicale semplice, ordinata nelle classiche dodici battute, ha dato vita ad una immensa e ricca varietà di espressioni: dal primitivo [i]country-blues[/i] del delta del Mississippi, al chicago-style e alle varie forme e colori del rock, percorrendo anche le strade della musica colta, come nel caso del rock-progressive ed arrivare alle forme estreme dell’heavy metal.

«Da queste considerazioni – spiegano i promotori dell’iniziativa – nascono le nostre proposte artistiche: riguardo per la tradizione, ma anche interesse per le nuove tendenze al fine di diffondere un scenario che tenga conto della storia complessiva e in continua evoluzione di questo genere musicale».

{{*ExtraImg_211634_ArtImgRight_300x223_}}Apre la prima serata una band, un’organizzazione musicale internazionale, “Playing for Change“, conosciuta ai più per una bellissima ed emozionante versione di “[i]Stand By Me[/i]” standard di Ben E. King. PfC è una comunità che conta più di 180 musicisti tra i quali Bono, Manu Chao, Keith Richards, a cui è affidato il compito di stimolare e mettere in collegamento artisti di tutto il mondo per portare un messaggio di pace attraverso la musica e raccogliere fondi da destinare all’ edificazione di scuole di musica per l’infanzia nei luoghi più disparati del terzo mondo.

Il 5 agosto, per gli amanti del rock-progressive, The Crimson Project, la leggenda dei King Crimson raccontata da Tony Levin, Adrian Belew e Pat Mastellotto, che ancora oggi rappresentano il cuore pulsante della storica band.

Per chiudere, il 6 agosto, un incontro, un dialogo tra grandi musicisti delle diverse tradizioni che ripercorrono la storia del rock-blues. La serata è dedicata a Luciano Mastracci, da poco scomparso, noto chitarrista aquilano poi trasferitosi in Svezia, che tra gli anni ’60 e ’70 ha contribuito, con impegno e passione, alla diffusione di questa cultura musicale legata ai movimenti letterari e artistici della [i]beat generation[/i]. Partecipano Jimmy Agren band (Svezia) e due grandi artisti della scena blues e rock internazionale: Michael Hill (funk, blues) da New York e Kee Marcello, il talentuoso chitarrista rock degli Europe.

Il direttore artistico dell’iniziativa è Claudio Mastracci. L’ingresso per una singola serata costa 15 euro, mentre l’abbonamento a tre serate costa 30 euro.

Per la quindicesima edizione la manifestazione è stata insignita di un prezioso riconoscimento da parte della Presidenza della Repubblica: una speciale medaglia presidenziale in fusione di bronzo riportante al verso

“[i]AL XV FESTIVAL/BLUES SOTTO LE STELLE/L’AQUILA, 4-6 AGOSTO 2014[/i]” e coniata a cura della Zecca di Stato.

Per ulteriori informazioni: www.suonoimmagine.it, http://facebook.bluessottolestelle, 338 8060627, 347 6283392 e info@suonoimmagine.it.

X