IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Tentata rapina con sparatoria, tre feriti

Tentata rapina, in mattinata, in un ufficio postale di Montesilvano, seguita da una sparatoria in cui è rimasto ferito uno dei due banditi.

La dinamica dei fatti è stata ricostruita dal capitano Enzo Marinelli, comandante della compagnia carabinieri di Montesilvano, e da Laura Pratesi, dirigente del reparto prevenzione crimine Abruzzo, che hanno bloccato i due rapinatori e li hanno arrestati per rapina aggravata e resistenza a pubblico ufficiale.

Si tratta di M.G., 36 anni, e M.P., 41 anni, entrambi di Catania. I due, che avrebbero agito con il volto coperto da passamontagna, secondo la ricostruzione delle forze dell’ordine alle 8 di questa mattina si sarebbero intrufolati nell’ufficio postale di corso Umberto, nel momento in cui è arrivato il personale. Scoperto che la cassaforte era chiusa e che non si sarebbe aperta subito, avrebbero deciso di rinunciare e si sarebbero allontanati con una Stilo grigia, poi risultata rubata questa mattina a Montesilvano. I due sarebbero però finiti contro un segnale stradale e quindi avrebbero proseguito a piedi su una strada chiusa, con i carabinieri alle costole.

Uno dei militari dell’Arma nel tentativo di fermarli si è rotto una caviglia, mentre un altro, il capoequipaggio, ha avuto una colluttazione con M.P. e sono finiti entrambi a terra. In questa circostanza sarebbero partiti due colpi dalla mitraglietta dell’Arma che hanno raggiunto al braccio e alla gamba il rapinatore, ferendolo. Portato in ospedale e operato, l’uomo non è in pericolo di vita. La Beretta 92 a salve e senza tappo rosso di cui era in possesso gli è stata sequestrata dai carabinieri.

L’altro rapinatore è stato preso dagli uomini della polizia nei pressi di una scuola. Aveva abiti diversi, quindi si era già cambiato e si era disfatto della pistola, mentre aveva con sè un taglierino. Sono stati trovati e sono finiti sotto sequestro il borsone con gli abiti usati per la rapina e i passamontagna, lasciati nella Stilo.

Trovata a Città Sant’Angelo, nei pressi del casello autostradale, una Peugeot 3800 presa a noleggio a Bolzano che forse la coppia avrebbe usato per la fuga.

I due, nello stesso ufficio postale di Montesilvano, avrebbero già messo a segno una rapina il 26 gennaio dello scorso anno, mentre il 2 febbraio 2013 avrebbero realizzato due colpi e ne avrebbero fallito un terzo tra Pescara e Francavilla, sempre in uffici postali. Per questi episodi erano stati già arrestati.

X