Quantcast

Legnini: «Biondi interrompa lo sciopero della fame»

«Sono qui anche a nome del premier per ribadire che l'impegno del governo c'è, anche in un momento difficile come questo». Così il sottosegretario all' Economia con delega alla Ricostruzione post-sisma dell'Aquila, Giovanni Legnini, in visita oggi nel comune aquilano di Villa Sant'Angelo, dove il sindaco, Pierluigi Biondi, ha cominciato uno sciopero della fame per protestare contro la mancanza di fondi per la ricostruzione.

Il sottosegretario ha ribadito tre impegni già assunti per accelerare la ricostruzione in Abruzzo: «Con la prossima riunione del Cipe - ha spiegato - sbloccheremo, a breve, le risorse necessarie per finanziare le pratiche già istruite. In secondo luogo, continueremo nel lavoro di elaborazione della legge speciale per L'Aquila».

«Infine, con la nuova legge di stabilità affronteremo il tema delle nuove risorse per assicurare continuità all'opera di ricostruzione». Legnini ha, quindi, invitato il primo cittadino Biondi a interrompere lo sciopero della fame anche in considerazione dell'impegno, già annunciato dal presidente del Consiglio, Matteo Renzi, di visitare L'Aquila fra la fine di agosto e le prime settimane di settembre. Ma per ora il sindaco continua la protesta.