Quantcast

Esplosione Tagliacozzo, sindacati Vvf: «No a tagli personale»

La tragedia accaduta oggi a San Donato di Tagliacozzo riaccende la polemica dei sindacati, da mesi sul piede di guerra, sulla riorganizzazione del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco che, sulla base di quanto elaborato dal Viminale, per il comando provinciale dell'Aquila prevede forti tagli al personale operativo.

«Da mesi - si legge in una nota a firma dei segretari provinciali dei sindacati di categoria Conapo e Uilpa, rispettivamente Elio D'Annibale e Stefano del Romano - stiamo cercando di far comprendere ai vertici del Dipartimento dei Vigili del Fuoco che il progetto di riordino elaborato, in fase di attuazione, per la provincia aquilana è assolutamente fuori luogo e inadeguato in riferimento agli organici delle sedi dipendenti». «In particolare - spiegano i rappresentanti sindacali - i comprensori di L'Aquila e Avezzano sono notoriamente ad alto rischio di incidenti rilevanti e, purtroppo, quanto accaduto oggi ne è l'ennesima dimostrazione. E' anche per questo motivo che, sin dallo scorso mese di aprile, abbiamo intrapreso un braccio di ferro con l'amministrazione centrale al fine di scongiurare l'ulteriore penalizzazione di questo territorio mettendo scriteriatamente le mani sugli organici già ridotti al minimo».

«Già dalle settimane scorse - rendono noto Conapo e Uilpa - sono iniziate a vedersi le conseguenze di questo inadeguato riordino con la conseguente riduzione delle squadre di intervento. Oggi, come consuetudine in questi casi, per rispondere alle esigenze della sede di Avezzano, ovviamente rimasta sguarnita del personale tutto intervenuto a Tagliacozzo, è dovuta partire una squadra completa da L'Aquila al fine di garantire il soccorso pubblico ordinario nell'area marsicana. Ciò, evidentemente, ripercuotendosi sullo svolgimento del servizio delle sede centrale che, ovviamente, non può chiudere i battenti». «Tutto questo - terminano D'Annibale e Del Romano esprimendo sentimenti di cordoglio e vicinanza alle famiglie delle vittime rimaste coinvolte nell'esplosione di Tagliacozzo - è inaccettabile e continueremo a batterci con ogni mezzo affinché il personale in servizio presso le sedi della provincia dell'Aquila, a cominciare proprio da quella di Avezzano, non solo non sia ridimensionato ma, piuttosto, sia potenziato, riuscendo a garantire adeguati standard di soccorso e sicurezza ai cittadini».

[url"Torna alla Home Targato Az"]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=221[/url]