L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Ricettando2.0: calcio, amore e fantasia

di Lorena Bruno*

Vostro marito è un tifoso di calcio sfegatato? Il vostro compagno è solito invitare gli amici a casa per vedere la partita della squadra del cuore? Se non sapete cos’altro inventarvi in cucina e siete stanche di offrire la classica birretta accompagnata da una buona dose di patatine, vi consiglio di sperimentare alcune ricette molto pratiche e che metteranno d’accordo anche i palati più difficili.

La prima cosa che mi viene in mente è senz’altro una buona bruschetta. Tutti siamo amanti della bruschetta. Da quella semplice con aglio, olio e sale, passando per la classica bruschetta al pomodoro fino a giungere a bruschette senz’altro più complesse. Le varianti che vi propongo sono due: salmone e robiola e melanzana e salsiccia. Per avere delle ottime bruschette ricordatevi di usare del pane casereccio da fare abbrustolire in forno preriscaldato circa 2 o 3 minuti per lato.

Ingredienti

1) 6-10 fette di pane casereccio

2) Aglio q.b.

3) 1 confezione di salmone

4) Salsiccia q.b.

5) Sale

6) Olio extra-vergine

7) Melanzane ( se volete già grigliate)

8) 2 confezioni di formaggio cremoso (robiola o Philadelphia)

Il procedimento è molto semplice. Accendete il forno e lasciatelo riscaldare un pochino. Tagliate la quantità di fette di pane che vi serve e iniziate a mettere su due piastre differenti le vostre melanzane e la salsiccia. Con i tempi dovete regolarvi voi. Dipende se avete comprato delle melanzane surgelate già grigliate oppure se le avete fatte a mano. Nel secondo caso la prima cosa da fare è grigliare le melanzane e poi tutto il resto. Tagliate le vostre fettine di pane e fatele abbrustolire in forma per 2-3 min per ciascun lato. Strofinate uno spicchio d’aglio nelle cinque fette di pane che andranno condite con la salsiccia e con la melanzana. Aggiungete un filo di olio extra-vergine d’oliva, sale e pepe nero. Per le bruschette al salmone il discorso è più semplice perché, una volta bruschettato il pane dovrete solo spalmarvi il formaggio cremoso e arrotolarvi sopra una fettina di salmone ( vedi immagine). Un pizzico di sale, diamo colore con un po’ di prezzemolo e bagnate le bruschette con qualche goccia di aceto balsamico.

L’altra ricetta che voglio proporvi è un classico della cucina americana: il club Sandwich. In realtà per una questione di tempi quelli che vi propongo sono dei mini club sandwiches.

Ingredienti

1) 15 fette di pane in cassetta;

2) 10 fette di becon;

3) Maionese q.b.

4) 3 belle fette di tacchino grigliato;

5) Insalata q.b.

6) Pomodoro q.b.

7) Sale e pepe q.b.

8) Olive verdi q.b.

Per prima cosa mettete a tostare il pane preferibilmente in un tostapane o, se non lo avete, in padella (attenzione a non farlo bruciare). Cuocete il bacon in forno. Nel frattempo grigliate il vostro tacchino ed una volta raffreddato affettatelo. Tagliate e lavate la lattuga, unitela al tacchino e condite il tutto con sale, pepe e maionese. Comporre il panino farcendo il primo strato di pane con il tacchino e aggiungere le fette di pomodoro e il bacon. Farcite allo stesso modo un secondo strato. Chiudete il sandwich e tagliarlo a triangoli fermandoli con uno stecchino lungo e ponendovi al vertice una oliva verde.

Consigli: nel club sandwich potete usare del formaggio tipo cheddar al posto della maionese e li potete accompagnare con delle patatine fritte. Invece il bacon potete cuocerlo sia in forno che in padella. Non dovete aggiungere olio perché cuocendosi rilascerà da solo i grassi. Alcuni nel club sandwich mettono anche l’uovo sodo e sostituiscono il bacon con il prosciutto. Diciamo che potete sbizzarrirvi come più volete.

[i]*Lorena Bruno, anni 27, laureata in Relazioni Internazionali, si interessa di politica, cucina e fotografia. Vive perennemente con le cuffie alle orecchie, va sempre in giro con la sue reflex e con un buon libro in borsa.

{{*ExtraImg_178989_ArtImgRight_300x381_}}Ama viaggiare e varca i confini ogni volta che può. Ha vissuto ad Agrigento, la sua terra nativa, Roma la sua città d’adozione, ed i suoi studi l’hanno portata a vivere in Portogallo ed in Inghilterra. Cucina torte e dolci da sempre, il resto l’ha imparato per sopravvivenza, curiosità e passione.[/i]

X