Omicidio-suicidio a Pescara, domani l’autopsia

Sarà eseguita domani mattina, dal medico legale Christian D'Ovidio, l'autopsia sui corpi di Domenico Ranalli, 89 anni, e della moglie 85enne, Eleonora Pierfelice, i coniugi morti tragicamente ieri mattina a Santa Teresa di Spoltore (Pescara).

E' stato l'uomo a portare avanti un piano di morte evidentemente ben preparato: ha afferrato un martello e ha colpito la donna, che era malata, e poi ha raggiunto il fiume Pescara e si è gettato, togliendosi la vita.

Dopo aver ferito mortalmente la moglie, deceduta successivamente all'ospedale di Pescara, l'anziano ha avvisato telefonicamente la figlia, dopodiché ha preso l'auto, ha raggiunto il centro commerciale Mall di Cepagatti e si è lasciato andare nel corso d'acqua.

Ha lasciato un biglietto per spiegare il suo gesto. Del caso si sono occupati i carabinieri della compagnia di Pescara, agli ordini del capitano Claudio Scarponi.

Il pm che coordina le indagini è Annarita Mantini che ieri ha raggiunto prima l'abitazione della coppia, in via Aterno, e poi le sponde del fiume e ha disposto che venga eseguita l'autopsia.