Quantcast

Coniugi di Chieti, il marito non ce l’ha fatta

E' morto ieri presso l'ospedale SS. Annunziata di Chieti, a seguito di una infezione contratta dopo il trapianto di fegato - comunque riuscito - eseguito al Policlinico Umberto I di Roma, Marco Ricci, l'uomo di 48 anni di Chieti ricoverato in gravissime condizioni nel marzo scorso (tre giorni dopo morì la moglie).

Per Ricci, mai uscito dal coma, si ipotizzò in un primo momento una tossinfezione alimentare, non confermata dagli esami.

Anche per il decesso della moglie si ipotizzò la stessa causa ma non venne riscontrato alcun esito a carico del fegato.

In base ad una seconda ipotesi, a causare la morte improvvisa della donna potrebbe essere stato il forte stress emotivo dovuto alle gravi condizioni del marito.

Per quanto riguarda Marco Ricci, che dopo il trapianto era stato di nuovo trasferito a Chieti, sarà la procura a decidere se disporre un esame autoptico.