Diffamazione sul web, D’Amico condannato

Sul suo sito web, il politico Giovanni D'Amico, attualmente ex consigliere regionale del PD, diffamò un maresciallo dei carabinieri di Morino. Oggi arriva la condanna da parte del tribunale di Avezzano, decisa dal giudice Anna Carla Mstelli, per diffamazione.

Una multa di 5 mila euro e una provvisionale di 10 mila, la pena prevista per l'uomo. I fatti di cronaca risalgono al febbraio del 2011 e si intrecciano con la vicenda di un immobile del Comune di Morino - una ex scuola - che il maresciallo dei Carabinieri si sarebbe aggiudicato in un'asta pubblica.

L'amministrazione di allora, guidata per l'appunto da D'Amico, adottò, però, un'apposita delibera con la quale si revocava la vendita dell'immobile, aggiudicato a una cifra di 52mila euro, giustificando il gesto con motivi di interesse pubblico.

Il carabiniere, difeso dall'avvocato Restaino, già allora, aveva fatto ricorso al Tar. Oggi, la sentenza e il risarcimento a suo vantaggio. Una controversa vicenda giuridica alla quale si è apposto il primo punto e a capo.