Montereale e motori, 1° raduno Automotoretrò

di Nando Giammarini

In un territorio incontaminato, suggestivo e ricco di eccezionali bellezze naturali - nella splendida realtà montana dell’Alta Valle dell’Aterno, organizzato da Valentina, Emiliano e Matteo tre amici legati da interessi comuni - si svolgerà oggi, domenica 15 giugno, il primo raduno “ Automotoretrò Montereale e le sue Ville”.

Esso è inserito nella manifestazione "Le Auto e le moto che hanno fatta la Storia nella splendida cornice delle nostre Montagne”. Si tratta di un particolare, speciale, evento culturale, festoso e di divertimento, che ha il merito di far conoscere, ammirare le utilitarie, le moto di una volta , come le famose Bianchine o gli affascinanti Guzzi 500, il territorio, i suoi borghi, le tante bellezze, le specialità culinarie delle Frazioni del Comune di Montereale e la sua gente. Buona, onesta e laboriosa.

Possono partecipare tutti coloro che lo desiderino purché proprietari di un’auto o di una moto d’epoca oppure come spettatori godendosi uno spettacolo davvero insolito. La regolarità e la sicurezza dell’evento sono garantiti da uno staff di motociclisti apripista e chiudipista più gli aderenti alle varie associazioni locali che presidieranno gli incroci dei loro paesi permettendo uno scorrimento costante e regolare in modo da far godere, ai tanti visitatori e appassionati, le caratteristiche di una trovata davvero originale.

Una giornata da trascorrere tutti insieme all’aria aperta all’insegna dell’amicizia, della cordialità con la pretesa di superare ed abbattere le minime barriere esistenti tra paese e paese instaurando quel clima di fattiva collaborazione che fanno del Comune di Montereale una vera Comunità.

A dimostrazione di ciò salutiamo con gioia e soddisfazione la partecipazione ed il contributo di tutte le Associazioni del territorio: dalla Pro Loco del Comune Capoluogo e Ville di Fano, dall’Associazione culturale Cesaproba 96, i Vagliuni di Marana, Aringo Club, l’A.N. A. con il presidente Peppe Criciotti, il gruppo Anziani di Montereale e le altre che a vario titolo hanno partecipato alla buona riuscita della manifestazione. Un grazie particolare ai commercianti i quali hanno sponsorizzata l’iniziativa rendendola possibile, all’Amministrazione Comunale, alla polizia Municipale ed alle altre forze dell’ordine impegnate, per quanto di loro competenza, nella gestione dell’evento.

I partecipanti arriveranno alle 8.30 a Montereale dopo l’iscrizione e la colazione accompagnati dall’Associazione Sistema Ambiente visiteranno il centro storico e la chiesa del Beato Andrea.

Successivamente si partirà alla volta di Ville di Fano dove il Sacerdote impartirà la benedizione sotto la Grande Quercia e la locale Pro Loco, guidata dalla vulcanica presidentessa, Noris Canofari, rappresenterà il desueto mestiere “dellu Falalanu”. Si riprende la S.P. 105 Monte Cabbia per raggiungere Cesaproba sfilando nel corso centrale e riscendere verso Marana per raggiungere Paganica dove ci sarà un rinfresco a cura del circolo Acli. Alle 12.30 si prosegue in direzione Aringo, dove si degusterà un aperitivo offerto dall’Associazione Aringo Club, attraversando i centri abitati di Piedicolle, Collecalvo, Cavallari, Colle Cavallari, Cavagnao e S. Vito. Poi si rientra a Montereale per il pranzo e la consegna degli oggetti ricordo. Nel pomeriggio, a partire dalle 16.30, esibizione di “Trial Indoor”, dimostrazione acrobatica di moto e bici da trial a cura del campione Gimmi Rossi e del suo staff di 6 elementi. Non rimane che sperare in una bella giornata di sole ed in una vasta partecipazione di pubblico. Complimenti agli organizzatori il territorio vive e si fa apprezzare anche attraverso simili iniziative.