Quantcast

Brigata Maiella, una targa al Prefetto Partigiano

«Oggi è una bella giornata, e lo dico da abruzzese, ma anche da italiano. La targa, stabilmente collocata all'ingresso della prefettura milanese, a Ettore Troilo, Comandante della Brigata Maiella e poi Prefetto della ricostruzione post-bellica a Milano, rende onore a Milano, all'Abruzzo e al nostro Paese, nel ricordare un grande italiano, partigiano e fondatore del nostro Stato, amante della libertà e della democrazia».

Sono le parole pronunciate a Milano dal sottosegretario all'Economia, Giovanni Legnini, promotore, insieme ai figli del partigiano, Carlo e Nicola, della cerimonia che Milano ha dedicato al "Prefetto Partigiano".

Oggi, la cerimonia in Prefettura per la targa a "Ettore Troilo Prefetto", alla presenza del Prefetto di Milano Tronca, delle autorità milanesi, dei rappresentanti dell'Associazione e Fondazione Brigata Maiella, di numerose personalità della politica e della cultura lombarda, italiana e abruzzese.

«Noi abruzzesi siamo abituati a ricordare la figura di Ettore Troilo quale Comandante della Brigata Maiella, ma il suo ruolo di Prefetto fu almeno altrettanto importante. Qui - ha proseguito Legnini - nacquero e furono sperimentate, con Troilo e con tutte le istituzioni con cui mantenne un costante e attento rapporto (dal sindaco alla Camera del lavoro, dagli industriali alla società civile), alcune importanti nuove buone pratiche di governo: la mediazione nelle crisi occupazionali, le politiche di calmieramento dei prezzi, una prima forma di scala mobile sui salari, la ricostruzione post bellica. La cerimonia di oggi rappresenta un tributo doveroso alla memoria e all'opera di Ettore Troilo e un contributo alla ridefinizione della rilevanza nazionale del Prefetto partigiano abruzzese, colmando un vuoto storiografico».